Giovane aggredito a Vittoria. Arcigay: “Solidarietà a Francesco”

305
Congresso Arcigay
“I fatti accaduti a Vittoria sono sintomo che la civiltà di cui tanti parlano, è ancora lontana. Servono azioni decise, atte a migliorare il territorio. Ragusa è sempre stata terra di accoglienza e di inclusione”. 
Lo dichiara in una nota il presidente di Arcigay Ragusa “Arcobaleno degli Iblei”, Marco Garofalo, commentando la notizia dell’aggressione di stampo omofobo contro un giovane vittoriese. L’episodio, avvenuto venerdì pomeriggio, è stato denunciato dalla vittima.
“L’omofobia – prosegue Igor Marco Garofalo – non è un concetto astratto, è una brutta belva che molti pensano lontana, quasi inesistente ma invece è fra noi. Che si insinua tra le persone, che si nutre del silenzio generale. L’omofobia è una malattia. E oggi più che mai dobbiamo impegnarci per eliminarla. Impedisce la pari opportunità di esercitare diritti e doveri che sono la base della democrazia. Ed essa è ciò che a Vittoria è venuta a mancare con l’aggressione al nostro Francesco Tommasi, al quale va la nostra piena solidarietà e il nostro sostegno. Abbiamo già contattato la vittima, alla quale abbiamo già offerto i nostri legali. Ringrazio – conclude il dirigente Arcigay Ragusa – i comitati vicini al nostro che si sono attivati insieme a noi per contrastare questa malvagità accaduta”.