Consumano 4.500 euro di luce, ma l’allaccio è abusivo: arrestati

941
Immagine di repertorio

Continuano i servizi di controllo del territorio, svolti dalla Compagnia Carabinieri di Vittoria, volti a contrastare i reati predatori, con particolare attenzione ai furti di energia elettrica e rame.

In tale ambito sono state eseguite numerose controlli e diverse perquisizioni veicolari e domiciliari.

I carabinieri della Stazione di Scoglitti hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica tre cittadini albanesi, tutti domiciliati a Scoglitti. In particolare, i militari dell’Arma, a seguito di mirati controlli esperiti congiuntamente a personale specializzato dell’Enel, hanno accertato all’interno delle abitazioni degli arrestati la manomissione dei contatori dell’energia elettrica, al fine di eluderne il reale consumo. Il danno erariale complessivo stimato ammonterebbe a 4.500 euro circa. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa;

Un sorvegliato speciale, invece, è stato denunciato per ricettazione: aveva in casa 60 kg di rame di illecita provenienza.