Gli scatti di Toni Campo che interpretano la Passione di Cristo. La mostra a Comiso

326

Si inaugura il 16 aprile alle ore 22.30, la mostra fotografica di Toni Campo presso il mercato civico di Comiso. Si tratta di 14 stazioni immaginate dal fotografo che celebra in bianco e nero la passione di Cristo, non come Salvatore circondato da un’aura di indiscussa sacralità, ma come uomo che, caricato dalla propria croce, affronta l’ascesa al Golgota sipario della tragedia e, al tempo stesso, della rinascita.

Suggestiva ed intensa la mostra che ci propone Toni Campo – commenta il sindaco Maria Rita Schembari – e che ci fa inoltrare in un cammino difficile ma importante, in una sorta di riflessione su noi stessi, sulla nostra fragilità umana, sulla sofferenza. La passione di Cristo, è vista con una capacità di concentrazione estrema sui corpi, mancano infatti gli oggetti della tortura a cui fu sottoposto il Cristo prima della crocifissione. Manca l’oggetto simbolo di quella sofferenza, la Croce, perché i nostri sguardi si concentrino solo sul corpo di Cristo  martoriato e ripiegato su se stesso e, quasi a coccolare in un gesto materno, quello del figlio morto, di una Madonna che rivela nei suoi tratti la sofferenza che solo una Madre può comprendere”.

L’ingresso è gratuito