Picchia medico e infermiere al Pte di Comiso, arrestato ventunenne

1833

Intorno alle 15.20 di ieri, dal P.T.E (Presidio territoriale di Emergenza) di Comiso è stato richiesto l’intervento di una Volante della Polizia per una violenta aggressione in corso da parte di un utente ai danni di personale sanitario in servizio presso quella struttura territoriale.

Immediatamente, è giunta  sul posto una volante del Commissariato di Polizia di Vittoria che ha constato la presenza, presso i locali destinati alle prime cure dei pazienti, di un uomo in evidente stato di agitazione ancora intento ad inveire contro il personale sanitario lì presente.

L’aggressore presentava una ferita da taglio sulla mano destra e diversi altri graffi sul corpo, che asseriva essersi procurato da solo.

Dopo esser stato placato nella sua azione volta ad aggredire il personale medico, con non poca fatica, è stato sottoposto alle cure da parte del personale di turno e da quest’ultimo giudicato guaribile con prognosi di 7 giorni.

L’uomo è Giovanni Piazzese, 21 anni, già noto alle forze dell’ordine, originario di Siracusa ma residente a Comiso.

E stato portato in Commissariato per ricostruire l’accaduto.

Il 21enne si era recato al Pte per la ferita alla mano. A un certo punto, senza un motivo, si è scagliato contro un infermiere, colpendolo con schiaffi e pugni al volto tanto da procurargli una frattura al naso.

Poi si è scagliato contro il medico, che tentava di calmarlo. Poi se l’è presa con un altro infermiere e un altro medico. Si è fermato solo all’arrivo della Polizia.