‘Mare sicuro’, il bilancio della prima parte della stagione

73

Nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2019”, iniziata il 1° giugno scorso, continua la quotidiana attività svolta dai militari della Capitaneria di Porto di Pozzallo e del dipendente Ufficio Locale Marittimo di Scoglitti finalizzata ad assicurare un servizio attivo e continuativo di vigilanza e controllo per la salvaguardia della vita umana in mare, la tutela della sicurezza della balneazione e della navigazione e la difesa del litorale dall’inquinamento marino e costiero, unitamente ad un’incisiva opera di prevenzione e controllo, nonché, laddove necessario, di ferma repressione degli abusi perpetrati.

La Guardia Costiera ha diffuso un primo bilancio di mezza stagione:

“Fino ad oggi l’attività svolta è stata caratterizzata da un pattugliamento giornaliero dello specchio acqueo antistante il Compartimento marittimo di giurisdizione con l’impiego delle motovedette CP 2113 e CP 325, del battello veloce G.C. A07 dislocato all’interno del porto turistico di Marina di Ragusa e del gommone GC 334 presso il porto di Scoglitti, con l’impiego di militari specializzati ed abilitati al salvamento, che si sono alternati nello svolgimento di detto servizio.

A terra, lungo tutto il litorale, sono state invece, impiegate pattuglie automontate che hanno effettuato controlli di polizia demaniale marittima negli stabilimenti balneari in concessione e nelle spiagge libere dislocate sulla costa, per prevenire l’abusivismo demaniale, tutelare l’ambiente marino dagli inquinamenti provenienti da scarichi civili ed industriali e per scongiurare la pesca abusiva dalla spiaggia in orari e zone non consentite.

E’ stato costantemente monitorato il rispetto delle regole imposte dalla nuova Ordinanza di sicurezza balneare n. 34/2019, emanata dalla Capitaneria di Porto di Pozzallo il 05 maggio 2019, che costituisce il provvedimento tipico cui fare pronto riferimento per ottenere le istruzioni necessarie a svolgere, in sicurezza e tranquillità, ogni attività connessa alla balneazione ed alla navigazione.

Nei primi due mesi questi sono stati i risultati conseguiti dalla Capitaneria:

  • 055 i controlli effettuati, tra i quali 74 alle unità da diporto, 495 a stabilimenti balneari, 715 sulle spiagge libere, 1.494 a tutela dell’ambiente ed altri 277 per interventi specifici richiesti da cittadini, bagnanti e turisti per varie segnalazioni ricevute;
  • 4 unità da diporto soccorse per avaria agli apparati propulsivi di bordo;
  • 92 verbali elevati per illeciti amministrativi, per un totale di oltre 30.000 Euro, tra i quali 5 per navigazione nelle acque riservate alla balneazione, 41 per violazioni al Codice della Navigazione, 11 per violazioni dei divieti imposti dalla vigente Ordinanza di sicurezza balneare, 17 a concessionari di stabilimenti balneari ed i rimanenti 18 per altre violazioni di divieti o per esercizio di attività non consentite in spiaggia;
  • 3 notizie di reato elevate per abusiva occupazione di aree demaniali marittime in assenza di autorizzazioni e/o concessioni rilasciate dal competente Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Sicilia, con sequestro e conseguente immediata restituzione all’uso pubblico di oltre 400 mq. di tratti di spiaggia libera. Attività queste ultime, spesso frutto di mirate operazioni rivolte a prevenire e contrastare l’occupazione abusiva dei tratti di spiaggia destinati all’uso pubblico da parte di soggetti che, senza averne titolo, ne hanno fatto un uso personale, trasformandoli di fatto in spiagge “private” o, per fini di lucro, utilizzandoli come stabilimenti balneari abusivi.

In attesa dell’imminente arrivo dei periodi più “caldi”, quali la ricorrenza di “San Lorenzo” ed i giorni immediatamente precedenti e successivi la settimana di Ferragosto, si rammenta a tutti gli utenti del mare e della spiaggia il massimo rispetto sia della vigente Ordinanza di sicurezza balneare n. 34/2019, scaricabile dal link: http://www.guardiacostiera.gov.it/pozzallo/Pages/ordinanze.aspx, sia del Decreto Assessoriale n. 476, emanato dall’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Siclia il 1° giugno 2007 (unito in allegato e spesso non sempre conosciuto), che disciplina tutte le attività consentite e vietate sulla spiaggia, tra cui, in particolare: i divieti di campeggio, accensione di falò ed accesso, transito, sosta e bagno di cani e/o altri animali sulla spiaggia. Proprio per assicurare una maggiore e continua presenza dei propri militari addetti al controllo del litorale, nei giorni dal 10 al 16 di agosto la Capitaneria di Porto di Pozzallo intensificherà ulteriormente i propri servizi di vigilanza sia in mare che a terra, con lo scopo di garantire una serena e tranquilla fruizione della spiaggia ed antistanti specchi acquei a tutti i cittadini, turisti, diportisti e bagnanti. Con i presupposti descritti e l’impegno garantito dalla Guardia Costiera, il Capo del Compartimento marittimo di Pozzallo, Capitano di Fregata Pierluigi MILELLA ed il personale della Capitaneria augurano a tutti i naviganti e gli utenti del mare una buona vacanza ed un sereno e felice Ferragosto, da trascorrere nella massima sicurezza sulle spiagge della Provincia iblea”.