Monterosso, la festa di San Giovanni entra nel vivo

128

Dalla cultura all’intrattenimento, dall’approfondimento alla degustazione di prodotti tipici. I festeggiamenti di San Giovanni Battista a Monterosso Almo sono entrati nel vivo con un paio di appuntamenti che hanno riscosso grande attenzione. Venerdì scorso, nella chiesa di Sant’Anna, è stata inaugurata la mostra “Antichi volumi della biblioteca del convento di Sant’Anna”. Un’iniziativa espressamente voluta dall’arciprete, il sacerdote Giuseppe Antoci, e che ha consentito di mettere in rilievo i testi pregiati custoditi nella biblioteca e che, relativamente ai giorni della festa, potranno essere visitati dagli estimatori in attesa di una sistemazione più duratura che continui ad essere alla portata di tutti. Ieri, invece, grande partecipazione per la tradizionale “Sagra del pane e dei sapori monterossani” organizzata dal comitato dei festeggiamenti con il patrocinio dell’amministrazione comunale. A fare da cornice alla manifestazione piazza San Giovanni dove sono stati montati gli stand in cui è stato distribuito pane condito con “capuliato” (vale a dire pomodoro secco), olio, origano e formaggio, con salsiccia arrostita e pane di pasta dura meglio conosciuto come “cuddura”. In un’altra ala della piazza, in stand appositamente attrezzati, lo chef Carnibella ha guidato una brigata di cuochi che hanno cucinato i taccunedda con le lenticchie, un piatto dai gusti e dai sapori prettamente contadini, il tutto bagnato da un buon bicchiere di vino rosso delle colline monterossane. La sagra è stata aperta dal gruppo Tamburi di Giarratana che hanno sfilato per le vie principali del paese. Poi, anche i mercatini artigianali e gli artisti di strada che si sono esibiti intrattenendo il numeroso pubblico presente. Il clou della manifestazione è stata la performance dell’artista monterossano Andrea Barone che si è prodotto in uno spettacolo musicale dal titolo “Cosa farò da grande”, un music live show molto applaudito dagli spettatori. In queste ore l’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di raccolta in città, ha pensato a ripulire la piazza da cima a fondo per renderla di nuovo accogliente e decorosa. La festa, intanto, prosegue con altri appuntamenti. Oggi, alle 21, nel cortile di via Angioli, la conferenza a cura del prof. Angelo Schembari dal titolo “Monterosso e San Giovanni: sette secoli tra storia e devozione”. Domani, martedì 27 agosto, ci sarà la giornata degli ammalati con alle 20 la celebrazione eucaristica presieduta da don Giorgio Occhipinti, direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute. Alle 21 l’adorazione eucaristica e la preghiera per gli ammalati. Mercoledì, invece, sarà la giornata dei portatori e dei devoti. Alle 20 la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal parroco, don Giuseppe Antoci, che procederà durante la cerimonia religiosa alla benedizione dei portatori. Alle 21,30, in piazza San Giovanni, è in programma lo spettacolo musicale con i Broken Stick. Giovedì, invece, è la solennità del martirio di San Giovanni Battista. Alle 8,30 ci sarà la celebrazione eucaristica, alle 20,30 la santa messa sarà presieduta da don Salvatore Vaccaro. Alle 21,30, in piazza San Giovanni, il concerto lirico sinfonico del corpo bandistico Vincenzo Bellini di Monterosso Almo, diretto dal maestro Umberto Terranova.