Monterosso Almo si prepara alla grande festa per San Giovanni

769

Sabato e domenica le giornate clou della festa di San Giovanni a Monterosso Almo. Si terranno, infatti, le celebrazioni più significative del patrono e protettore del centro montano dopo la benedizione dei portatori impartita dall’arciprete parroco, don Giuseppe Antoci. A cominciare, dalle 10,30 di domani, dalla raccolta e benedizione del pane. Alle 11, poi, la discesa dall’altare maggiore del simulacro del santo patrono con diretta Facebook sulla pagina “Parrocchia San Giovanni Battista Monterosso Almo”. Alle 20 ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta da don Paolo La Terra. Alle 22, in piazza San Giovanni, la XIV festa dell’emigrato e quindi lo spettacolo musicale con Danilo Sacco, la voce storica dei Nomadi, in concerto. Domenica è il giorno della grande festa. Dalle 5 alle 6 del mattino il pellegrinaggio di fede della città di Giarratana che scioglie il suo voto annuale al Battista. Alle 5,45 il suono festoso delle campane di tutte le chiese e lo sparo di 21 colpi a cannone annunciano il giorno di festa. Alle 6 la solenne celebrazione eucaristica per i pellegrini presieduta dal parroco di Giarratana, don Mariusz Starczewski. Alle 8 la celebrazione eucaristica sarà presieduta da don Salvatore Giaquinta. Alle 9 il giro del corpo bandistico Città di Monterosso per le vie del paese. Alle 10 ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta da padre Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa. Alle 11 la tradizionale “Nisciuta” del simulacro del santo patrono tra squilli di trombe, lancio di una moltitudine di “’nzaiarieddi” e scoppio di fuochi d’artificio curato dalla ditta Fuochi srl di Chiarenza da Belpasso. Il percorso della processione è stato reso il più decoroso possibile dall’impresa ecologica Busso Sebastiano che gestisce il servizio di igiene ambientale in città. Alle 17 la tradizionale cena, alle 19 la celebrazione eucaristica sarà presieduta da don Franco Ottone. Alle 20 è prevista la seconda uscita del simulacro del santo patrono con la processione. Alle 22, in contrada Casale, sosta della processione e grandioso spettacolo pirotecnico curato dalla ditta Pirolandia srl di Giuseppe La Rosa da Bagheria. Alle 22,30 la “Facciata”, il tradizionale rientro della processione con il simulacro del santo patrono portato a spalla dai fedeli. Alle 23,15 la riflessione in piazza San Giovanni tenuta da don Franco Ottone. Alle 23,30, sempre in piazza, lo spettacolare trattenimento piromusicale curato dalla ditta La Rosa International Fireworks di Lorenzo e Paolo La Rosa da Bagheria. A mezzanotte, il rientro della processione e la reposizione del simulacro del santo patrono sull’altare maggiore e a conclusione l’estrazione della lotteria dedicata a San Giovanni Battista.