Nuovi ‘guai giudiziari’ per il chirurgo Ignazio Civello

2677

Nuovo processo per il chirurgo Ignazio Civello. Il 10 gennaio del 2020 comparirà davanti al giudice monocratico del Tribunale di Ragusa: è stato rinviato a giudizio per falsità materiale e ideologica in atti pubblici perché, da direttore dell’unità complessa di Chirurgia dell’ospedale civile di Ragusa, secondo l’accusa aveva inserito il suo nome tra i chirurghi che avevano effettuato degli interventi, senza però averli eseguiti.

A gennaio 2017 era stato condannato dal tribunale di Ragusa, in primo grado per concussione, falso e lesioni gravissime, a 7 anni e sei mesi di reclusione nell’ambito di una inchiesta condotta dai carabinieri e che avrebbe accertato degli episodi in cui il primario richiedeva prestazioni a pagamento prospettando ai pazienti, in caso contrario, lunghissime liste d’attesa e la non garanzia di essere operati da lui. Il tutto alterando le liste d’attesa e dando la precedenza a pazienti che erano transitati nei suoi studi privati. Per questa sentenza il 30 ottobre verrà discusso l’appello presentato dai suoi difensori.