Un albero per il clima. A Scicli si piantano ulivi per salvare l’ambiente

114

Un impegno concreto per incrementare le aree verdi della città. Anche quest’anno, il 21 novembre, il Circolo Legambiente Kiafura di Scicli coinvolge le scuole della città nella partecipazione alla Festa dell’Albero.

“Un albero per il clima” è lo slogan che Legambiente quest’anno propone per la tradizionale Festa dell’Albero alle tante classi che aderiscono alla ormai storica campagna.

A Scicli, grazie alla generosità di alcune aziende del territorio che doneranno piante di ulivo ed erbe aromatiche e grazie alla collaborazione del Centro anziani di Jungi e di alcuni genitori che provvederanno a creare le buche per mettere a dimora le piante, alcune aree dei cortili delle scuole potranno accogliere nuove piante per rendere questi spazi più accoglienti.

Aderiscono alla Festa dell’Albero gli Istituti comprensivi “Don Milani”, con le classi prime della scuola media e la scuola dell’infanzia di Via dei Fiori; “Elio Vittorini” con classi delle elementari e delle medie dei plessi San Nicolò e Donnalucata; “Dantoni” con classi delle medie e della scuola dell’infanzia di Valverde e Villa Penna.
Si ringraziano: Tenuta Chiaramonte, Azienda Gli Aromi, Vivai Guarino, La Tecnica Agraria, Vivaio dell’Azienda Forestale di Randello.

“Cogliendo l’occasione della Festa dell’Albero” dichiara Alessia Gambuzza, presidente del Circolo Legambiente Kiafura “abbiamo nei giorni scorsi inviato la nostra proposta all’Amministrazione di Scicli, chiedendo di aderire stabilmente alla Giornata “Alberi per il Futuro” promossa dal Ministero per l’Ambiente e alla “Festa dell’Albero”, campagna nella quale Legambiente invita le scuole a mettere a dimora nuovi alberi, piccole piantine o semi, attuando in maniera concertata azioni che potrebbero cambiare in verde il volto della nostra città”.