L’emigrazione antifascista dei Pozzallesi negli Usa

48
una scheda segnaletica del comunista pozzallese Palumbo, emigrato in Argentina (foto dell'Archivio Centrale dello Stato di Roma, Casellario politico)
“L’emigrazione antifascista dei Pozzallesi negli U.S.A. degli anni ‘20”. È il titolo del convegno storico in programma lunedì 9 dicembre nello Spazio Cultura Meno Assenza, organizzato dall’ANPPIA (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti), sezione di Ragusa-Siracusa, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo.

L’obiettivo del convegno è quello di ricordare il sacrificio di tanti pozzallesi che, emigrando si sottrassero alle persecuzioni, alle condanne, al confino e a tutte quelle vessazioni operate dalla dittatura fascista. Un secolo dopo, Pozzallo è diventata per migliaia di migranti in fuga dalla fame e dalle guerre ciò che la “Merica” era un tempo per i nostri connazionali.

Due le sessioni del convegno storico. La prima, con inizio alle 9,30, sarà riservata prevalentemente agli studenti, ai docenti e ai dirigenti scolastici. Ad aprire i lavori sarà Orazio Carpino, consigliere nazionale ANPPIA e responsabile della sezione di Ragusa. Seguiranno gli interventi di Nicola Colombo, scrittore e sindacalista; Giovanni Criscione, storico e giornalista; Filippo La Fauci, docente di Lettere e Storia nelle scuole secondarie e appassionato di storia locale. Sono previsti, inoltre, alcune proiezioni documentarie a cura dell’Istituto Gramsci di Palermo. Concluderanno Ulisse Signorelli dell’ANPPIA di Siracusa e l’antropologa e scrittrice Grazia Dormiente.

I lavori della sessione pomeridiana, con inizio alle 16,30, saranno aperti dai saluti di Orazio Carpino e di Serena Colonna dell’ANPPIA di Roma. Seguiranno gli interventi di Giovanni Criscione (Antifascisti pozzallesi tra Sicilia e America); Fabio Ecca, ricercatore della III Università di Roma (Gli antifascisti al confino e davanti al Tribunale speciale); Claudio Longhitano dell’ANPPIA di Catania (La legislazione fascista davanti all’emigrazione); Salvatore Santuccio, docente dell’Università di Catania (Il fascismo in Sicilia). Modererà Giorgio Càsole, presidente della Commissione comunale di storia patria di Augusta. Le conclusioni saranno affidate a Spartaco Geppetti, presidente nazionale dell’ANPPIA.