Modica Capitale della Cultura. Ma Abbate l’ha presentata la candidatura?

357

Riceviamo e pubblicato la nota del consigliere comunale Vito D’Antona indirizzata al sindaco di Modica, Ignazio Abbate:

“Come lei ricorderà, ad agosto del 2017 abbiamo avuto un aspro confronto in merito alle sue dichiarazioni sulla presunta partecipazione della città di Modica alla selezione per il conferimento del titolo di “Capitale italiana della Cultura 2020”.

In quella occasione, a bando abbondantemente scaduto (31 maggio 2017), lei annunciò pubblicamente e con la solita enfasi a cui ci ha abituati in questi anni, di avere proceduto a proporre la candidatura della città; successivamente, dopo che le abbiamo fatto rilevare che i termini per la presentazione erano scaduti e che l’occasione era stata persa, fu costretto ad accodarsi in modo inusuale e fuori dalle procedure, alla richiesta (regolare) del Comune di Noto, il quale, purtroppo non superò la selezione.

A marzo dell’anno scorso, lontano da qualsiasi bando ma vicino all’imminente scadenza elettorale, al suo solito, annunciò la volontà di partecipare al bando per il 2021, nominò perfino un comitato tecnico di supporto.

Poiché, dopo tale iniziativa, che potremmo definire “preelettorale”, sull’argomento è calato il silenzio, le facciamo presente che a novembre è stato emanato da parte del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo il bando per la candidatura a “Capitale italiana della Cultura 2021” il cui termine di scadenza è il prossimo 16 dicembre.

Poiché è ragionevole pensare che non sia stata ancora avanzata la candidatura della città di Modica, in quanto, conoscendola, l’avremmo appreso, come è sua abitudine, mediante annunci dagli organi di informazione, la invitiamo a non ripetere l’errore del 2017, e adotti tutti i provvedimenti occorrenti a far sì che la nostra città possa concorrere per raggiungere l’ambizioso titolo, sia per un effetto moltiplicatore in termini di proiezione internazionale, sia perché è in palio un contributo di un milione di euro a favore della città selezionata.

Se, viceversa, le nostre informazioni dovessero essere errate e Modica si è candidata, la invitiamo a non perdere tempo e si attivi con il comitato tecnico per il successivo adempimento, non approssimativo, ma di estrema importanza, relativo alla fase di valutazione della candidatura, da fare entro il 2 marzo 2020 in merito alla presentazione al Ministero del corposo dossier sulla città”.