Qualità della vita, Ragusa prima in Sicilia. Ma non c’è nulla da festeggiare

1166

La Sicilia sempre peggio, Milano, invece, si conferma al vertice. L’annuale rapporto sulla Qualità della vita 2019 stilato dal Sole 24 Ore piazza Ragusa come migliore provincia siciliana, ma è all’80esimo posto.

L’ultima classificata è Caltanissetta, penultima Crotone, terzultima Foggia. A seguire c’è Enna al quartultimo posto, a seguire Vibo Valentia, Agrigento, Trapani, Messina, Isernia e Palermo. Nella top ten delle peggiori, dunque, c’è il capoluogo, al 98esimo posto, che precede di una posizione Catania.

La Qualità della vita 2019 è una versione extra large della tradizionale indagine del quotidiano sul benessere nei territori, su base provinciale: rispetto all’anno scorso il numero di indicatori è aumentato da 42 a 90, divisi in sei macro aree tematiche che indagano altrettante componenti dello star bene.

Il primo posto siciliano di Ragusa non deve far gioire, perché in voci importanti come ricchezza e consumi siamo al 96esimo posto, all’87esimo per affari e lavoro e per cultura e tempo libero.