Allarme criminalità: a Vittoria arriva l’esercito

8037

“La risposta che ci si aspettava è arrivata. E adesso speriamo che la città possa essere più sicura”. Questo il commento del direttivo del movimento politico Sviluppo Ibleo dopo che la Prefettura di Ragusa, con la rimodulazione dei servizi svolti dal personale militare impegnato nell’operazione “Strade sicure”, ha deciso di impiegare un contingente dell’esercito nei servizi di vigilanza dei siti e degli obiettivi sensibili. “Si comincerà proprio da Vittoria – sottolinea il direttivo del movimento politico – proprio allo scopo di rispondere a quell’esigenza di sicurezza che da più parti viene richiesta, anche dopo i fatti che si sono verificati negli ultimi mesi e che hanno riacceso i riflettori sulla necessità di assicurare una maggiore e più visibile presenza sul territorio delle forze dell’ordine. Vittoria ha bisogno di un’attenzione supplementare in questo problematico periodo e siamo certi che le risposte che arriveranno dallo Stato, attraverso la Prefettura, assicureranno quella necessità di tranquillità che, a più riprese, l’opinione pubblica ha richiesto. Non era più possibile, secondo noi, continuare a trascurare oltre questa esigenza. E bene ha fatto il prefetto Cocuzza a rispondere in maniera concreta alle sollecitazioni del territorio. Certo, non pensiamo affatto che tutti i problemi di Vittoria si risolveranno in questo modo. Ma è evidente che si tratta di un primo segnale che, ancora una volta, mette in luce l’attenzione nei confronti della nostra realtà urbana da parte di chi è preposto a monitorare nella maniera migliore l’ordine pubblico”.