Comiso, sospensione e slittamento dei pagamenti dei tributi comunali

360

“Sospensione e slittamento dei termini di pagamento dei tributi comunali e sospensione di tutti i provvedimenti cautelari ed esecutivi emessi ai fini della riscossione. Queste ed altre, le misure adottate dalla giunta”. A comunicarlo, l’assessore alle tasse e tributi, Manuela Pepi. Aggiunge l’assessore Giuseppe Alfano : “Previsti anche interventi socio assistenziali  attraverso cui potranno essere aiutati  concretamente tutti i cittadini che si troveranno nell’impossibilità economica di affrontare le spese necessarie a vivere dignitosamente”.

“Dopo giorni di analisi e studio delle misure approntate dal governo nazionale in relazione alle misure economiche  – spiega l’assessore Pepi  –  con l’approvazione unanime della Giunta comunale, oggi 27 marzo, è stata adottata la delibera che dispone la sospensione e lo slittamento dei termini per il pagamento dei tributi comunali in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020.  Il Decreto Legge “Cura Italia”  – ancora l’assessore –   è già intervenuto disponendo la sospensione dei termini di versamento delle cartelle di Agenzia delle Entrate-Riscossione e degli avvisi di accertamento ed ingiunzioni emessi dai Comuni la cui scadenza di versamento era prevista appunto tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. La norma però escludeva le scadenze di versamento di tributi non direttamente collegati ad accertamenti ed i piani di rateizzazione precedentemente accordati ai contribuenti.  Con la delibera approvata oggi, la Giunta ha deciso di sospendere i termini di scadenza di tutti i versamenti, ricadenti nell’intervallo tra l’ 8 marzo e il 31 maggio 2020, derivanti da avvisi di accertamento, ingiunzioni fiscali, piani di rateizzazione ordinaria e prima rata della rottamazione ter, prevista per il 30 marzo 2020,  di sospendere tutti i provvedimenti cautelari ed esecutivi emessi ai fini della riscossione coattiva dei tributi locali, inclusi tutti i provvedimenti ed i pagamenti rateali emessi dal concessionario esterno, Area Riscossione srl. Il termine per il versamento slitta allo stato al 30 Giugno 2020, secondo la linea dettata dallo stesso Governo nazionale al quale ci si attiene nelle more di misure ulteriori che potrebbero emergere in fase di conversione  del decreto legge.  L’emergenza sanitaria sta velocemente evolvendo in una pericolosa emergenza economica e sociale  – conclude l’assessore Pepi –  ed è per questa ragione che abbiamo deciso di sospendere taluni pagamenti e di prorogare i termini delle rateizzazioni delle imposte comunali in corso, inclusa la prima rata della rottamazione ter, per dare respiro alle attività e ai cittadini. Ci rendiamo conto che stiamo attraversando un periodo difficile ed è per questo che non ci siamo voluti limitare alla descritta moratoria ma stiamo lavorando in sinergia con l’assessore ai servizi sociali, Giuseppe Alfano per approntare misure di sostegno economico alle famiglia”.

L’assessore Alfano aggiunge: “Si tratta di interventi socio assistenziali attraverso cui saremo in grado di aiutare concretamente tutti i cittadini che si troveranno nell’impossibilità economica di affrontare le spese necessarie a vivere dignitosamente, come il pagamento di utenze o l’acquisto di beni di prima necessità”.

E’ in elaborazione una scheda dettagliata di tutte le misure, tributarie e sociali, attraverso cui la cittadinanza potrà in maniera chiara conoscere le opportunità che l’Ente sta mettendo a disposizione, ove sarà dettagliatamente descritta anche la possibilità per i cittadini che ne hanno la facoltà, di effettuare donazioni mirate a tali aiuti attraverso versamenti in denaro, destinati ad alimentare la misura socio-assistenziale messa in campo dalla Giunta che porta il nome “Nessuno è solo”.  La Giunta coinvolgerà il consiglio comunale attraverso la conferenza dei capigruppo che diverrà organismo di garanzia della trasparenza delle misure predisposte.