Il ‘pane sospeso’, i buoni del Vo.Cri., i volontari Caritas. È l’ora di aiutarci

416

Si moltiplicano le azioni di solidarietà a sostegno di chi, per via del Coronavirus, è rimasto senza neppure il cibo da mettere in tavola. È a queste belle iniziative che vogliamo dare ‘voce’ sul nostro giornale, consapevoli del fatto che il bene genera altro bene, e diffondere buone pratiche può essere utile a pensarne di nuove. È un esercizio di solidarietà ‘creativa’, che ci fa scoprire come ciascuno, nel proprio piccolo, fa tanto.

IL ‘PANE SOSPESO’

Commossi dell’accoglienza prestata alla nostra iniziativa. “Il Fornaio Guastella” è orgoglioso di comunicarvi che: Come suggerito ed incoraggiato da numerosi concittadini attiveremo il servizio “PANE SOSPESO”. Ognuno di Voi durante la propria spesa avrà la possibilità di acquistare del pane da inserire nel “Cesto Solidarietà” all’interno del negozio, mettendolo così a disposizione di chiunque non possa comprarlo e dando la possibilità a tutte le famiglie (o enti benefici) di avere del pane anche prima dell’orario di chiusura serale. Continuiamo ad avere la certezza che #INSIEMECELAFAREMO @ Il Fornaio Guastella Di Guastella D. & G. Snc

IL VOLONTARIATO CRISTIANO (VO.CRI.)

La nostra attività di volontariato in questo momento non è diminuita, ma ha cambiato forma.
Come VO. CRI. abbiamo aiutato 11 nostre famiglie dando ad ognuna un buono spesa da €50,00. Poi diversi volontari hanno dimostrato la loro solidarietà con un contributo economico. Ringraziamo questi volontari e tutti quelli che in vario modo si stanno attivando per dare una mano, anche da casa.
Siamo anche in contatto con la Caritas collaborando con loro, presso il “Ristoro di San Francesco” in via G. B. Odierna 489, nella recezione e nella distribuzione di generi alimentari.
Ci sono tanti che vogliono dare una mano, ma per evitare confusione bisogna dare la propria disponibilità, comunicando il nominativo ed il numero di telefono (anche via Messenger) così da predisporre dei turni. I volontari saranno forniti di guanti e mascherina, ed avranno l’autorizzazione per circolare.
Un saluto e un abbraccio… virtuale a tutti!”.

CARITAS DIOCESANA DI RAGUSA

Sono oltre 400 le richieste d’aiuto giunte da lunedì a oggi (il post è del primo aprilo, le richieste aumentano di giorno in giorno ndr) alla nostra Caritas tramite il coordinamento con il Comune di Ragusa e il Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile di Ragusa.
Una quantità di bisogni a cui stiamo rispondendo grazie ai nostri volontari e ai tanti imprenditori e semplici cittadini che ci fanno giungere quotidianamente donazioni di merce o denaro.
A questo proposito oggi vogliamo ringraziare, tra i tanti, McDonald’s – Ragusa drive Panificio Cappello Forno Impero Gamesport Ragusa Associazione Federico Nasello L’Associazione Oasi Famiglia di Ragusa Centro di Spiritualità Madre della Gioia Nuovi Orizzonti Comiso e tutte le persone, aziende e associazioni che hanno preferito rimanere anonimi.
Ringraziamo anche tutti gli operatori della rete, perché si sta rivelando fondamentale la sinergia di coordinamento attivata con il Comune di Ragusa, con la Protezione Civile e con altri enti e associazioni che stanno rispondendo all’emergenza.

“La situazione si conferma di grande difficoltà – dice il nostro direttore Domenico Leggio – e si comprende come il sistema produttivo e del lavoro sia saltato e ha subito un arresto importante, determinando situazioni anche drammatiche, come stiamo toccando con mano in questi giorni. La nostra Caritas continuerà a maggior ragione ad essere vicina a chi sta vivendo queste sofferenze”.