Cimitero a Modica: ingresso 50 persone a volta per mezz’ora

580

I modicani potranno spostarsi verso le loro residenze di mare o di campagna facendo naturalmente ritorno in Città per esigenze lavorative. Un altro punto importante riguarda i tantissimi addetti del comparto food. Per loro è arrivato il momento di rimettersi a lavorare anche se per il momento esclusivamente in modalità consegne a domicilio o d’asporto. E così da lunedì sarà possibile anche recarsi presso ristoranti, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, bar e pub, non potendo però consumare nei locali e nelle immediate adiacenze. Sarà cura di ogni attività commerciale fornire ai propri clienti gel igienizzante o guanti prima di entrare nel locale. Per rendere meno pesante l’attesa sotto il sole, il Comune di Modica ha predisposto un’apposita ordinanza che prevede la possibilità di installare tende, ombrelloni o altre coperture sulla pubblica via. L’ordinanza del Governatore prevede anche la riapertura dei cimiteri. In quello di Modica sarà possibile entrare dai due ingressi 50 persone alla volta che dovranno uscire entro mezz’ora per permettere agli altri di entrare. I cancelli saranno aperti dalle 8:00 alle 18:00. Tante novità anche per le società sportive autorizzate a iniziare attività amatoriali di corsa, tennis, pesca, ciclismo, vela, golf ed equitazione. In solitaria si potrà effettuare l’attività fisica anche distanti dalla propria abitazione. “E’ fatto obbligo a tutti gli esercenti che riapriranno lunedì – commenta il Sindaco Abbate – di effettuare l’opera di sanificazione dei locali e mandarne comunicazione alla Protezione Civile comunale. E’ consentito effettuare tale intervento anche in proprio. La sanificazione dovrà essere ripetuta ogni otto giorni. Le concessioni fatte dal Governo Regionali sono importanti per rimettere in moto la nostra Regione anche se chiaramente non sono ancora sufficienti. I prossimi, importantissimi punti, da affrontare riguardano l’avvio delle attività del benessere (parrucchieri ed estetiste) e la programmazione della stagione turistica siciliana che per forza di cosa dovrà vivere soprattutto di turismo locale. Come Città di Modica, oltre alle iniziative già messe in campo, ci stiamo muovendo ulteriormente per incentivare questo settore fondamentale per la nostra economia”.