Abbandono di rifiuti, il comune di Modica inasprisce le sanzioni

142

Visto che le sanzioni pecuniarie non costituiscono un deterrente sufficiente a scoraggiare l’abbandono indiscriminato di rifiuti per strada, la Giunta Municipale di Modica ha deciso di elevare le sanzioni diversificandole, nel contempo, in base alla tipologia di rifiuto che viene abbandonato. Nonostante l’intensificazione dei controlli sul territorio con l’utilizzo di telecamere, capita sempre più spesso che, specialmente i cassonetti delle case adibiti alla raccolta, vengano utilizzati impropriamente da utenze non residenti in zona, da utenze non domestiche o da utenze residenti addirittura in altri Comuni. In molte zone si registra un abbandono indiscriminato di sacchetti di rifiuti indifferenziati e di ingombranti; molte utenze non domestiche non hanno ancora provveduto a stipulare apposita convenzione con ditte specializzate per lo smaltimento dei rifiuti speciali; diverse utenze non domestiche continuano a conferire i loro rifiuti nei normali contenitori sebbene ci sia un servizio speciale di raccolta dedicato esclusivamente a questa categoria. Tali fenomeni di utilizzo improprio riducono la capacità volumetrica dei contenitori ed il proliferare di micro discariche che inquinano le frazioni differenziate determinando un considerevole aumento dei rifiuti indifferenziati da conferire in discarica e una conseguente diminuzione della percentuale di differenziata. Le nuove tariffe delle sanzioni prevedono 100 euro per l’abbandono di rifiuti indifferenziati o riciclabili fuori dai contenitori, per il conferimento delle altre frazioni differenziate all’interno del secco, per l’utilizzo dei contenitori già pieni, per l’utilizzo di sacchi non compostabili, per il conferimento di imballaggi di carta e cartone in sacchetti di plastica che ne inquinano la differenziazione, per l’esposizione di mastelli e carrellati in giorni diversi dal loro ritiro. La multa sale a 200 euro per chi conferisce rifiuti liquidi nei contenitori, per chi tra gli ambulanti lascia rifiuti al termine della propria attività.  La sanzione di 450 euro è prevista per chi incenerisce rifiuti in area pubblica o privata, per le utenze non domestiche che utilizzano i contenitori per la differenziata domestica, per chi conferisce rifiuti pericolosi speciali, per la mancata stipula delle convenzioni con le ditte specializzate nello smaltimento dei rifiuti speciali, per i non residenti a Modica che utilizzano i cassonetti all’interno del territorio comunale.