Il Comune di Scicli co-produce Daniela Spalletta e gli Urban Fabula

157

Sono iniziate il 19 e 20 settembre le riprese a Scicli per il video di “The Gift”, il primo singolo del nuovo disco di Daniela Spalletta, con gli Urban Fabula e la TRP String Chamber Orchestra, in prossima uscita per la TRP Music. L’amministrazione comunale di Scicli ha accolto la proposta di partecipare alla co-produzione del singolo della cantante, puntando a supportare un settore artistico, quello musicale, duramente colpito dalla pandemia. Una performance musicale senza pubblico che diventa video promozionale della città e che ben si inserisce all’interno del progetto ARIA di Gioia, messo a punto dall’assessorato al Turismo.

“The Gift – dice la compositrice – è la vita, il suo dono e la gratitudine nel prendere coscienza del suo valore intrinseco, affrancato dai singoli eventi e contingenze: tutto è vita, anche la morte”.

La visionaria idea di questo lavoro nasce da una proposta di Aberto Fidone, contrabbassista, direttore d’orchestra e produttore artistico del disco insieme a Riccardo Samperi. Sono coinvolti diversi personaggi e musicisti che si muovono per le strade della meravigliosa Scicli: la bellezza architettonica e paesaggistica della città, i suoi luoghi, i colori e la luce, con l’utilizzo anche di riprese aeree, sono essi stessi protagonisti e fonte di grande suggestione. Così il video si trasforma in vero video promozionale della città. I luoghi coinvolti, oltre al centro storico, Palazzo Spadaro, il Chiostro del Carmine, la Chiesa di Santa Maria della Consolazione, la Chiesa di S. Matteo, il Convento della Croce e gli sfondi della Fornace Penna e della costa sciclitana.

La promozione del video sarà affidata per l’Italia e l’Europa all’ufficio di promozione Red&Blue, mentre nel 2021 il video sarà promosso negli Stati Uniti insieme all’intero album “Per Aspera Ad Astra”, da cui è estratto il singolo “The Gift”.

L’assessore Emilia Arrabito: “La città di Scicli sarà legata al singolo, al suo videoclip e a tutta la loro promozione, si vuole così creare un nuovo modello di promozione del territorio attraverso canali di comunicazione trasversali, per un pubblico musicale e non, tanto ampio da comprendere turisti da tutto il mondo, viaggiatori naturalistici e culturali, di tutte le età”.