Covid, salgono a 28 i ricoverati in provincia di Ragusa. È corsa ai ‘posti’

2577

Ventotto persone ricoverate, più quattro ospitate nella foresteria del ‘Maria Paternò Arezzo’ recuperata alla meglio per questa situazione di emergenza.

Sono ore frenetiche, all’Asp di Ragusa, per recuperare posti dove ricoverare i pazienti Covid.

Il ‘Maria Paternò Arezzo’, che è il centro di riferimento per i pazienti affetti da Coronavirus, non ha al momento la capacità per ospitare altri pazienti.

In Malattie Infettive ce ne sono 18, oltre ai 4 in foresteria (questi sono pazienti non negativizzati, ancora, ma che non hanno bisogno di particolare cure e al momento non possono rientrare nelle proprie abitazioni).

I posti in Malattie Infettive erano 15, ma si è cercato di recuperare qualche altro letto. Evidentemente, però, la capienza al momento è quella.

Gli altri cinque, quindi, sono stati ricoverati al ‘Maggiore’ di Modica.

Cinque i ricoverati in Terapia Intensiva all’Ompa (uno è stato ricoverato nel primo pomeriggio di oggi).

Nessun paziente, invece, è ricoverato fuori provincia.

L’ipotesi di stoppare le attività di chirurgia (eccetto ovviamente le urgenze) dell’ospedale ‘Giovanni Paolo II’, appare sempre più concreta, anche se si sta provando a scongiurarla.

Il problema è che l’emergenza Covid sta incidendo fortemente su posti letto e, soprattutto, sul personale sanitario a disposizione.