Covid, in ospedale ora finiscono i 40enni

1295
immagine di repertorio

“Quello che sta emergendo da alcuni reparti Covid degli ospedali è l’abbattimento di nuovi ricoveri ultra ottantenni e un aumento di ricoveri nella fascia di età tra i 40 e i 60 anni. Probabilmente con la vaccinazione degli ultra ottantenni che continua, molti di questi soggetti sono diventati immuni e così il virus ha preso di mira fasce di popolazione più giovane, che sono certo più resistenti, ma dove i decessi certo non mancano”.

Lo rivela il quotidiano La Sicilia, in un articolo in cui si spiega che:

“Il dramma maggiore di questa situazione è caratterizzato dalle terapie a disposizione. Tutti gli esperti interpellati dicono che in effetti qualche farmaco più efficace c’è. ma bisogna evitare che il paziente arrivi in ospedale quando ormai il virus ha fatto i danni importanti perché altrimenti non c’è farmaco che possa funzionare”.

Nel quotidiano catanese si legge che:

“Gli 80enni sono diventati, per fortuna, casi sporadici ed è forse tutto merito della campagna vaccinale”.