Ferragosto di superlavoro per la Capitaneria di Porto di Pozzallo

396

È stato un Ferragosto estremamente impegnativo quello appena trascorso dagli uomini e le donne della Capitaneria di Porto di Pozzallo che, nel fine settimana più “caldo” dell’estate e che segna il culmine della stagione balneare, sono stati impegnati in una intensa attività di controllo, sia in mare, con tutte le dipendenti unità navali, che a terra, lungo il litorale, con le pattuglie automontate, per la salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e della balneazione, la tutela dell’ambiente marino dall’inquinamento nonché, in questi ultimi giorni, anche per la verifica sull’uso del green pass. Il week end appena trascorso, grazie anche alle ottime condizioni meteo, con una quasi assenza di vento, un mare estremamente calmo, le spiagge e lo specchio acqueo del compartimento marittimo sono stati letteralmente “invasi” da bagnanti e diportisti. Per questo è stato messo in campo il massimo livello di prontezza operativa con oltre 30 militari della Guardia Costiera che hanno intensificato la presenza nei circa 100 km dell’area di giurisdizione, dal Pantano Longarini fino alla foce del fiume Dirillo, e che hanno costantemente pattugliato lo specchio acqueo di giurisdizione, mediante l’impiego delle motovedette CP 2113, CP 325, stazionanti nel porto di Pozzallo, del battello veloce GC A 07 dislocato all’interno del porto turistico di Marina di Ragusa e del battello GC 334 utilizzato dall’Ufficio Locale Marittimo di Scoglitti, e, con le pattuglie da terra che hanno effettuato numerosi controlli in tutta la costa, sia nelle strutture balneari e soprattutto lungo le spiagge libere, sempre accanto ai bagnanti. Straordinari i risultati ottenuti. La presenza dei militari, nella veste di supervisori presenti ed attenti, unitamente alla quotidiana opera di sensibilizzazione sul modo corretto per “vivere il mare”, ha permesso ai fruitori del mare e della spiagge di trascorrere un weekend in assoluta tranquillità e serenità, nonostante l’enorme affluenza. I risultati hanno confermato l’efficienza dell’organizzazione messa in campo dal 19 Giugno, data di inizio dell’operazione “Mare Sicuro” e, a fronte, dei numerosi controlli (se ne registrano oltre un centinaio), è questo il dato sorprendente, sono state elevate solo tre sanzioni amministrative per unità ormeggiate in aree riservate alla balneazione. Questo anche ad ulteriore conferma del generale rispetto delle regole da parte di bagnanti e diportisti ed anche di tutti gli operatori balneari, a cui va il plauso del Comandante Zito, perché sono riusciti a fornire, nonostante le difficoltà derivanti dalla crisi pandemica, il servizio di balneazione a tutti gli amanti del mare nel rispetto delle regole imposte dall’ordinanza di sicurezza balneare, delle disposizioni sull’uso del demanio marittimo e anti-covid, contribuendo a rendere il ferragosto ibleo in mare, un week end nel segno della rilassatezza e del divertimento. Grande anche lo sforzo messo in campo dalle Amministrazioni comunali che hanno costantemente ripulito le spiagge del compartimento ed un grade contributo è stato dato anche dalle varie associazioni di volontariato e di protezione civile che collaborano con la Capitaneria di porto nei controlli a mare e nelle spiagge. Altro dato importante da sottolineare è la mancata registrazione di accensioni di falò nelle spiagge del litorale ibleo nell’ultimo week-end. Si raccomanda a tutti i cittadini di continuare a prestare la massima prudenza, in mare e sulle spiagge e si ricorda, sempre, che per ogni emergenza è possibile raggiungere la Guardia costiera di Pozzallo contattando il Numero blu 1530 riservato esclusivamente al soccorso in mare o tramite il Numero Unico di Emergenza 112 o ancora il centralino della Sala operativa di questo Comando al n° 0932/953327 – 798019.