Arriva anche a Ragusa il festival delle palle di semi

473
Immagine di repertorio tratta dal web

Dal 29 ottobre al 2 novembre si terrà a Ragusa una cinque giorni curata dalla rete Carato, un circuito di microeconomia presentato alla città lo scorso marzo che coinvolge associazioni impegnate in vario modo nel rimboschimento, nella pulizia e rigenerazione urbana, nelle battaglie per l’ambiente e nella cura del territorio e delle persone. Così gli organizzatori spiegano le ragioni dell’iniziativa: “L’ultima tragica estate, scandita da un ulteriore incremento degli incendi nelle aree boschive, ci ha spinti con decisione nella direzione del rimboschimento. Per questo ci è sembrato doveroso aderire al neonato ‘Seedball Festival’ promosso dalla Rete per l’Agricoltura Naturale, che sta incoraggiando in tutta Italia l’organizzazione di giornate di ‘RiforestAzione’ attraverso il lancio delle seedball (palline di semi), tecnica semplice, economica ed efficace”.

Gli eventi in calendario sono organizzati da cinque associazioni della rete Carato, ognuna delle quali, con la propria specifica vocazione, saprà raccontare l’incidenza delle nostre azioni sul territorio. Si parte il venerdì con la creazione delle palline di semi a Lalaocra, la nuova sede del Collettivo Ocra, che verranno lanciate al Bimbosco sabato 30, dopo un’attività condotta da RimboschiAmo, e domenica 31, durante un tour in monopattino curato da Antica Ibla-Centro Commerciale Naturale. Lunedì 1 novembre l’associazione naturalistica Kanimannira guiderà una passeggiata per i sentieri delle vallate iblee con lancio delle seedball durante il percorso. L’evento conclusivo del festival, giorno 2 novembre, si svolgerà alla Masseria Ventosa, con racconti e spunti sui metodi antichi di fare allevamento. Tutti i dettagli, gli orari e i luoghi saranno visionabili nelle pagine social delle associazioni.

A sostegno dell’iniziativa ci sarà anche 17tons, startup benefit della sostenibilità. Media partner del festival è Sicilia che Cambia: un progetto giornalistico dedicato al racconto, mappatura e messa in rete delle realtà virtuose della Sicilia.