Abbate: “Modica è in ginocchio, decine di case distrutte”. Ferita una coppia di anziani

1618

Non solo il morto, ma anche una coppia di settantenni feriti. Sono stati trasferiti in ospedale. L’uomo al Maggiore di Modica, la donna al ‘Giovanni Paolo II’, a Ragusa. La tromba d’aria gli è entrata in casa: momenti di terrore.

La situazione a Modica è disastrosa, come conferma all’Adkronos il sindaco, Ignazio Abbate:

“C’è un disastro, soprattutto nella zona dell’entroterra, nelle campagne dove vivono 15mila persone. Le case sono state sventrate, ci sono danni enormi… I danni maggiori sono stati prodotti dalla tromba d’aria, non so neppure se si sia trattato di un unico evento. Attività produttive e case sono distrutte, con tetti e infissi divelti. Fortunatamente il maltempo ha risparmiato il centro storico”.

Le zone più colpite sono quelle di Serrameta, Trebalate, Bosco, Sant’Elena e Frigintini.

“Sono decine e decine le famiglie con le case distrutte – dice ancora il sindaco -. Poco fa mi hanno chiamato per segnalarmi una coppia ferita. Sono marito e moglie trasferiti al pronto soccorso di Modica e Ragusa: la loro casa è stata sventrata, addirittura dentro è stato scaraventato un albero di ulivo… Stiamo facendo una prima conta dei danni, anche se nelle zone colpite dalla tromba d’aria continua a piovere. Nelle campagne c’è un metro d’acqua. Stiamo cercando di liberare le strade da fango e detriti per raggiungere chi è rimasto isolato e portare i soccorsi. La città e soprattutto le zone interne sono in ginocchio». Poi l’appello ai cittadini. “State a casa. Non uscite se non strettamente necessario”.