“Il non amore”. A Ragusa una settimana di eventi sulle violenze di genere

156

Inizia il 25 novembre, in occasione della “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”, il fitto programma delle iniziative a cura di Adesso Basta, A.Ge.D.O. Ragusa, Amnesty International Gruppo 228 e Katastolè Prospettive, tutte associazioni impegnate in prima linea a combattere una cultura che rende “vittime” non solo le donne, ma tutte le minoranze.

Sono iniziative per tenere alta l’attenzione e riflettere sulle azioni necessarie per cambiare la cultura alla base delle violenze di genere: quella sulle donne, sulle persone LGBTQI+, sulle persone straniere e delle persone con disabilità.
Una rete di Associazioni ha voluto dare un’unica regia per creare questo importante appuntamento.
Tante le iniziative messe in campo: la campagna #IoLoChiedo, il ricordo di donne vittime di femminicidio con una camminata solidale, l’infanzia negata, passando dall’interlocuzione con voci maschili, dalla mostra sugli stereotipi del vestiario “provocatorio”, e dal linguaggio violento e i discorsi d’odio, per finire con un pensiero alle donne afghane, a quante con fatiche immani si erano scrollate di dosso secoli di prevaricazioni e ingiustizie.

Le iniziative si svolgeranno tutte al Centro Commerciale Culturale in via Matteotti, 61 – Ragusa.
La manifestazione ha ricevuto il patrocinio del Comune di Ragusa e la collaborazione delle associazioni sportive “Siemu a Peri”, “Amunì” e “Motyca”.