Ufficio anagrafe di Vittoria, Zorzi denuncia attese infinite e personale al collasso

334
Valeria Zorzi, del gruppo consiliare di Vittoria di Fratelli d’Italia, è intervenuta sulla questione dell’ufficio Anagrafe e Stato Civile del Comune. Attese lunghissime, uffici ingolfati, pochi dipendenti subissati di lavoro e, infine, pensionamenti in arrivo che rischiano di depotenziare in maniera ulteriore il servizio.
“A un mese dall’elezione chiediamo all’assessore Corbino e al sindaco di dire, almeno una parola, su come si intenda governare e migliorare l’ufficio Anagrafe e Stato Civile. Perché questo silenzio assordante potrebbe essere concepito se tutto funzionasse a meraviglia. Invece i cittadini sono costretti ad attese interminabili agli sportelli, il servizio per la nuova carta di identità prenota appuntamenti per la fine di gennaio, i dipendenti sono sempre di meno e sempre più carichi di lavoro. Per di più c’è una vera e propria emergenza sicurezza a causa delle tensioni che si generano per via delle lunghe code, con episodi spesso spiacevoli a danno dei dipendenti”,  dice Zorzi.
“Dopo l’emergenza pandemica – prosegue la consigliera – ad esempio, è cessata la proroga dei documenti di identità e sono migliaia i cittadini in attesa di rinnovo. Per non parlare delle tante altre richieste per documentazione varia, per i cambi di residenza, per le cittadinanze. Richieste che procedono con tempi biblici per via dell’esiguo numero di dipendenti che vedrà ridursi di quasi sette unità, per via dei pensionamenti, nei prossimi mesi”.
“Senza dimenticare la mancanza assoluta di sicurezza sia per i dipendenti sia per i dati, alla luce dei furti in successione che sono avvenuti negli ultimi tempi nella sede dell’Anagrafe. Perché non si pianifica un sistema di videosorveglianza e un servizio di vigilanza tramite la polizia locale? Attendiamo risposte”.