‘Stelle al merito del lavoro’, due i riconoscimenti in provincia di Ragusa

829

Ci sono solo due ragusani tra i premiati a Palermo, al Teatro Politeama, in occasione della cerimonia di consegna delle “Stelle al merito del lavoro” conferite dal presidente della Repubblica a lavoratori dipendenti di aziende private che operano in Sicilia. Per l’area iblea i riconoscimenti sono andati solo a Salvatrice Bracchitta e Giovanni Cabibbo, entrambi collaboratori della Ergon.

Alla presenza del prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, del vicepresidente della Regione, Gaetano Armao e dell’assessore al Lavoro, Antonio Scavone, sono stati consegnati i riconoscimenti andati a 102 lavoratori siciliani. Le stelle al merito rappresentano un riconoscimento di laboriosità e di competenza, un patrimonio prezioso da trasferire alle nuove generazioni, quale permanente contributo alla crescita economica e sociale del nostro Paese. Due gli unici lavoratori premiati per l’area iblea durante la cerimonia del 29 novembre.

Salvatrice Bracchitta, da poco in pensione, ha alle spalle ben 41 anni di lavoro di cui 26 svolti nel settore amministrativo del gruppo Ergon. Ha iniziato la sua carriera come impiegata e ha chiuso la sua carriera come quadro, occupandosi della gestione finanza e tesoreria. Ha svolto il suo lavoro con passione, responsabilità, spirito di abnegazione e appartenenza alla azienda. L’altro lavoratore premiato è Giovanni Cabibbo, anche lui storico dipendente dell’azienda, con oltre 30 anni di carriera nel gruppo Ergon, dove svolge il ruolo di responsabile dell’ufficio acquisti. Il suo forte spirito di appartenenza all’azienda e la spiccata dedizione al lavoro hanno portato al riconoscimento. Per entrambi il conferimento della “Stella al merito del lavoro” è giunto nel 2020 ed entrambi sono stati insigniti dell’onorificenza di maestri del lavoro. A causa del covid la consegna è stata posticipata a quest’anno.