Troppi contagi, sfilza di ‘stop’ ai concerti del 31 in piazza. E a Ragusa?

808
immagine di repertorio

Dal Trentino, passando da Verona, fino a Roma e Napoli: una sfilza di provvedimenti con cui si azzerano tutte le iniziative per la fine dell’anno.

C’è paura per la nuova ondata di epidemia di Covid.

Anche l’elezione di Miss Italia, in programma domenica sera a Venezia, è stata rinviata.

Il timore concreto è che le festività possano diventare volano per un ulteriore incremento nella diffusione del virus con eventuali assembramenti.

A Roma salta il ‘live’ con Coez, Blanco e Tommaso Paradiso che era fissato per la notte di San Silvestro al Circo Massimo.

«L’orientamento è quello di dare priorità alla protezione della salute dei cittadini. L’evoluzione della pandemia è sotto gli occhi di tutti e non bisogna abbassare la guardia», ha annunciato in mattinata il sindaco Roberto Gualtieri anticipando la decisione arrivata dopo poco.

E in tante città italiane i sindaci stanno imponendo l’uso della mascherina anche all’aperto.

A Ragusa, per il 31, è in programma musica in piazza. L’amministrazione confermerà la scelta?