Super Green Pass, ecco cosa cambia

768

Dallo scorso 10 gennaio è in vigore il nuovo decreto Covid emanato dal governo per cercare di contenere il diffondersi della variante Omicron del Covid. I cambiamenti sono legati all’obbligatorietà del green pass rafforzato in alcuni luoghi.

Il super green pass, che si ottiene con la vaccinazione o dopo la guarigione dal Covid, è obbligatorio per accedere in: alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto;  palestre, piscine, centri natatori, sport di squadra e i centri benessere anche all’aperto; centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto; sale giochi e parchi divertimento. Occorre il super green pass anche per andare a teatro, al cinema, a concerti all’aperto e al chiuso, oltre che da oggi per visitare mostre e musei.

Per consumare al bancone o per sedersi al bar, anche all’esterno, occorre il certificato verde rafforzato. Stessa cosa per i ristoranti.

Dal 20 gennaio al 15 giugno servirà il green pass base per accedere ai “servizi alla persona”, come il parrucchiere e i centri estetici.