Riprende il programma dell’Associazione Mozart a Modica

61

Riprendono a pieno ritmo gli appuntamenti con la musica classica a Modica, grazie all’attività della sede di Modica dell’Associazione Mozart Italia. «Anche se a causa dell’incertezza determinata dalla situazione pandemica non è stato possibile programmare una stagione completa, non vogliamo rinunciare all’organizzazione di appuntamenti da offrire al territorio, valorizzando talenti e promuovendo approfondimenti», commenta la presidente Anna Maria Spoto.

Si inizierà il prossimo 24 febbraio 2022 alle 18.30 Palazzo della Cultura con Nicola Malagugini, primo contrabbasso del teatro Bellini di Catania, protagonista del concerto “Basso, più basso!”, accompagnato da Maurizio Muscolino al basso e da Mirea Zuccaro al pianoforte. Un ensemble che si esibirà al Palazzo della Cultura di Modica e che attingerà a chicche del repertorio dedicato al contrabbasso da Mozart e in parte da Rossini.

«Mozart non ha mai scritto per violoncello come strumento solista – spiega Malagugini –  ma ci ha lasciato un’aria per basso con contrabbasso obbligato. Era uno strumento accordato in modo leggermente diverso, che godeva di grande notorietà nella Vienna del suo tempo, grazie a solisti strabilianti e a composizioni di valore dedicategli da Dittersdorf, Vanhal, Sperger e Haydn. Intorno a questa composizione ruota questo programma, con una trascrizione del concerto per fagotto fatta dal contrabbassista americano Gary Karr, per poi passare a Rossini, con la mediazione di Figaro. nel programma entrerà anche un brano di Antonio Scontrino, contrabbassista e compositore trapanese di fine Ottocento, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita: una fantasia in cui sono ripresi alcuni brani dal Barbiere, Othello, Mosè e altri. La melodia che introduce il concerto, secondo quanto racconta il maestro Petracchi, sembra che sia stata scritta in origine per il contrabbasso, e in seguito sia stata utilizzata dal Pesarese per le famose variazioni per violoncello».

«Vi aspettiamo a Palazzo della Cultura per ritrovarci con la musica che ci piace e ci interessa», è l’invito della presidente di AMI Modica Anna Maria Spoto: «Due anni di resistenza accrescono ancora di più il desiderio di momenti belli e formativi insieme. Siamo felici di tornare ad incontrare grandi nomi e giovani promesse della musica classica in eventi e concerti che tanto ci sono mancati in questo periodo. Inizieremo con il concerto del 24 febbraio, evento inaugurale di una stagione atipica, ma che si preannuncia davvero interessante. Tanti gli eventi in arrivo, che vi annunceremo nel dettaglio nelle prossime settimane. Tra tutti vi anticipiamo il concerto del Trio Kanon, formato da giovani musicisti che si esibiranno il prossimo 18 marzo alle 18.30 al Palazzo della Cultura di Modica: questo trio è già riconosciuto a livello nazionale come uno dei migliori ensemble cameristici, come testimoniato dai numerosi riconoscimenti già ricevuti, e sarà in Sicilia solo per due tappe, a Messina e a Modica».