Premiati i vincitori della 40esima edizione del concorso “Il presepe negli Iblei”

252

Si è svolta ieri, presso la sala Molè in viale del Fante a Ragusa, la cerimonia di premiazione della 40esima edizione del concorso “Il presepe negli Iblei” promosso dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa.

I premi sono stati consegnati dal Commissario straordinario Salvatore Piazza, dal vescovo di Ragusa Giuseppe La Placa, dal segretario generale Alberto D’Arrigo e dal dirigente del settore Cultura Raffaele Falconieri.

“Ho voluto continuare la tradizione di questo concorso, raccogliendo volentieri il testimone dai precedenti amministratori di questo ente – ha dichiarato il Commissario Piazza -. Il presepe racchiude la tradizione religiosa e culturale che, spesso di generazione in generazione, unisce le famiglie ragusane. Proprio per incoraggiare i più giovani a proseguire in questa direzione, quest’anno abbiamo inoltre voluto consegnare una menzione speciale riservata ai più giovani partecipanti al concorso”.

Il vescovo di Ragusa, esprimendo apprezzamento per l’iniziativa che da più di 40 anni promuove i valori della Natività, ha evidenziato la necessità di “lanciare un messaggio universale di Pace, di unione tra i popoli e di speranza, soprattutto in questi anni in cui la serenità di tutto il mondo è minacciata dalla pandemia ed adesso anche dalla guerra”.

Tre i premi per la categoria “Comunità religiose”: al terzo posto si è classificata la parrocchia San Giovanni Battista di Santa Croce Camerina, al secondo posto il santuario Madonna del Carmine di Ispica, al primo posto la parrocchia Santa Maria Maggiore di Ispica.

Per la categoria “Comunità sociali” sono stati consegnati due primi premi ex equo all’associazione Alba Chiara Ragusa e al Gruppo Scout Modica 2.

Per la categoria “Privati”, terzo posto ex equo per Maria Teresa Micieli di Ispica e Giuseppe Scarso di Modica; secondo posto ex equo per Antonello Barone di Ispica e Davide Occhipinti di Ragusa; primo classificato Carmelo Agosta di Modica.

La menzione speciale riservata ai partecipanti più giovani è stata consegnata ad Alessandro Battaglia di Ragusa, Mattia Tumino di Ragusa e Francesco Zago di Comiso.

La manifestazione si è svolta alla presenza di tutti i partecipanti al concorso, nel rispetto delle norme anti covid.