Sicurezza nei luoghi di lavoro, nasce un organismo per imprese e lavoratori

98

Primi passi per l’Opta Ragusa, cioè l’organismo paritetico territoriale che opererà per portare avanti un programma a favore delle imprese e dei lavoratori sul fronte della sicurezza nei luoghi di lavoro. E’ un organismo bilaterale formato dai rappresentanti delle organizzazioni di categoria e dai sindacati dei lavoratori. Opera in ambito provinciale e, sul territorio provinciale di Ragusa, è stato costituito qualche settimana fa. Nei giorni scorsi, nella sede della Cna territoriale di Ragusa, si è tenuta una riunione operativa con i componenti di Opra Sicilia, vale a dire Salvatore Piscitello per Confartigianato, Eugenio Sasso per la Cgil e Sebastiano Molino per Casartigiani, alla presenza dei coordinatori di Opta Ragusa, cioè Giuseppe Brullo per Cna e Francesco Maltese per la Cgil. Erano presenti anche una componente dell’organismo paritetico, Laura Pittera per Confartigianato, e la Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale, Daniela Pappalardo. Sono stati invitati a partecipare anche i componenti della Commissione bilaterale territoriale, Angelo Raniolo di Confartigianato e Carmelo Caccamo di Cna Ragusa.

La riunione è servita per avviare la formazione dei coordinatori di Opta Ragusa e quindi una parte dell’incontro è stata dedicata propriamente alla formazione mentre nell’altra si è discussa l’attività da programmare per l’anno in corso. Sono state poste le basi per fare sviluppare all’interno del territorio provinciale le azioni previste dalla normativa in materia di sicurezza e rispetto a cui ci sarà un coinvolgimento di altri enti esterni che si occupano della materia. Si punta a sviluppare un programma che veda coinvolte le imprese aderenti al sistema bilaterale, compresi i lavoratori, attività che saranno concordate e approvate dall’organismo regionale che si chiama Opra. Sarà predisposto un unico ambito progettuale per verificare le esigenze esistenti in proposito così da sviluppare i relativi progetti. Si punta anche a coinvolgere le istituzioni che operano in questo ambito, lo Spresal di Ragusa ma anche altri enti a livello territoriale come Inail e Ispettorato del lavoro.