Ucraini a scuola di italiano. La bella iniziativa delle docenti comisane

268

Avviati dal 28 aprile corsi base di lingua italiana per ucraini alla Biblioteca comunale di Comiso. Una lodevole iniziativa intrapresa da alcune insegnanti delle scuole comisane per agevolare l’inserimento delle famiglie profughe nel tessuto sociale.

Una grande gara di solidarietà e vicinanza dimostrata da alcune donne ucraine che vivono a Comiso da tempo e che stanno ospitando famiglie profughe, ed ancor più da parte dei DS e di alcune insegnanti di tutte le scuole di Comiso e Pedalino che si sono messe volontariamente a completa disposizione – spiega Schembari. – Sono state infatti proprio queste donne ucraine a fare richiesta per attivare un corso base di lingua italiana che consenta alle famiglie di profughi presenti nel nostro comune di accedere alle conoscenze base dell’italiano per potere capire e farsi capire. Le lezioni si svolgeranno presso la Biblioteca comunale il lunedì e il venerdì mattina e il martedì e giovedì pomeriggio. Sono già arrivati comunque i primi feedback – continua il sindaco – che ci dicono si tratti di gran belle persone, di bambine, una di 10 anni e una di 4, che hanno tanta voglia di imparare ma che palesano tristezza nei loro sguardi e non sorridono. L’auspicio, per quanto ci riguarda, è anche quello di ridare a questi bambini dall’infanzia distrutta un sorriso e un raggio di speranza. Come sindaco e come insegnate – conclude il primo cittadino – sono particolarmente orgogliosa della dimostrazione che, ancora una volta, la scuola sta dando in termini di accoglienza, apertura, solidarietà.”