“Lucky sta bene”. Ma il cane di quartiere amico dei comisani resta in canile

381
In questi giorni, anche sui social, in tanti si sono chiesti che fine avesse fatto Lucky, il cane di quartiere amico di tutti i cittadini comisani.
In un post dettagliato, i volontari del Canile Maia, spiegano che:
– Lucky sta bene, è abbastanza sereno, vive in un recinto tutto suo ed è coccolato ogni giorno;
– L’Asp veterinaria, a seguito dei 10 giorni di sorveglianza sanitaria obbligatoria in canile, ha dato parere contrario alla sua reimmissione sul territorio NON per la pericolosità del cane in sé (che tutti sappiamo non esserlo) ma per il potenziale alto rischio del contesto in cui viveva, ossia il centro storico della città. L’Asp non ha vietato la sua reimmissione, ma ne “sconsiglia” la stessa, naturalmente il loro parere ha il suo peso ma la decisione finale spetta al comune.
– Il comune di Comiso sta organizzando, su nostra richiesta, la visita del medico veterinario comportamentalista dr. Gaspare Petrantoni, il quale verrà in canile nei prossimi giorni per una una valutazione al fine di avere un quadro chiaro e completo sul suo comportamento.
“Il fatto che Lucky non sia tornato in libertà non è ovviamente dovuto ad una nostra volontà – spiegano -, noi siamo solo l’ente che al momento lo sta ospitando, ed abbiamo fatto tutto in nostro potere affinché potesse ritornare nella sua casa.
Stiamo vagliando anche alcune ottime richieste di adozione per lui, vi terremo aggiornati al più presto”.