‘Inclusione’, la poesia di Giovanni Gulino è un invito a superare le barriere

174

Si chiama “Inclusione” la poesia di Giovanni Gulino, disabile residente a Marina di Ragusa, che il consigliere comunale del Pd, Mario Chiavola, dopo averla letta, ha voluto diffondere a quante più persone possibili.

“Si parla tanto d’inclusione nella società – dice la poesia – delle persone con disabilità / sia essa fisica che mentale / non ha importanza / ma non è giusto isolare / chi più di altri ha difficoltà / anche noi, per come potremo / a far del nostro meglio contribuiremo. / Molti pregiudizi sulla disabilità / inondano il quotidiano / con l’aiuto dei nostri cari / possiamo fare progressi vari. / La voglia di lottare non ci deve mai mancare / solo così, lontano arriviamo / se ci battiamo per un mondo più giusto / ma sentendo i telegiornali / parlare di politiche inerenti alla disabilità / spesso provo disgusto”.

Grazie, Giovanni, per questa bella riflessione che hai voluto condividere con tutti!