Violenza di genere, il questore dispone quattro ammonimenti

150

È sempre alta l’attenzione sui reati che riguardano la violenza di genere.

Il Questore di Ragusa ha adottato quattro provvedimenti di ammonimento nei confronti di soggetti.

“In particolare – spiegano in Questura -, quale Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza ha destinato i provvedimenti a coloro i quali hanno assunto comportamenti violenti, di persecuzione e sopraffazione nei confronti di ex mogli o ex compagne, al fine di dissuadere il responsabile dal compiere ulteriori azioni di questo tipo, sì da consentire il compiersi della funzione della misura adottata, dissuasiva e tipicamente preventiva, in quanto mirata a predisporre una tutela anticipata della vittima, interrompendo tempestivamente comportamenti dell’autore che, perdurando nel tempo, potrebbero condurre a conseguenze più gravi”.

Gli “ammoniti” vengono, in seguito, invitati dal Questore “a seguire un percorso di recupero trattamentale, a cura di un team di professionisti, presso un centro specializzato nel contrasto alla violenza, al fine di favorire in loro un cambiamento autentico e profondo per evitar recidive. Tale iter è reso possibile dall’applicazione del protocollo “Zeus”, sottoscritto di recente dalla Questura di Ragusa, quale modello di azione innovativo, che amplia l’efficacia del provvedimento di ammonimento”.

Inoltre, nell’ambito della medesima attività di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, il Questore di Ragusa, ha avanzato al Presidente del Tribunale Distrettuale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione – la proposta di applicazione della misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nei confronti di chi ha adottato una condotta violenta e persecutoria nei confronti del coniuge, sostanziatasi in un costante atteggiamento possessivo e prevaricatore ripetutosi nel tempo, estrinsecandosi con una serie di atti vessatori, perpetrati anche in presenza di figli minori.