La baby gang che terrorizzava Marina di Ragusa e Scoglitti: due arresti

768
Rissa
Immagine di repertorio

Una baby gang attiva tra Grammichele ma anche a Marina di Ragusa e Scoglitti. I carabinieri, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale per i Minorenni di Catania nei confronti di due ragazzini di 16 e 17 anni accusati di rapina aggravata, lesioni aggravate, minacce e porto d’armi od oggetti atti ad offendere.

La vicenda è relativa a tre rapine realizzate anche con violenza sulle persone, avvenute il 31 agosto scorso a Marina di Ragusa e a Scoglitti nel Ragusano. I due sono stati identificati grazie anche al confronto degli indizi raccolti dopo una violenta aggressione ai danni di un 23enne, originario del Burkina Faso, avvenuta a Grammichele.

Nello specifico, i militari della Stazione di Grammichele erano intervenuti il 30 agosto in Piazza Carlo Maria Carafa mentre i due indagati, con la complicità di un maggiorenne, stavano picchiando il giovane con calci e pugni, proferendogli anche insulti a sfondo razziale e minacce di morte. L’arrivo dei militari aveva interrotto il pestaggio con conseguente fuga degli autori che, comunque, erano stati riconosciuti e denunciati all’Autorità Giudiziaria. Quanto accaduto, però, non sarebbe bastato a placare i loro animi perché quella stessa sera, intorno alle 20:00, avrebbero reiterato l’aggressione nei confronti dello straniero che aveva riportato un’emorragia cerebrale con una prognosi di 21 giorni, come diagnosticato dai medici dell’ospedale Gravina di Caltagirone.

I due minori insieme ad un maggiorenne si sarebbero prima recati nella provincia di Ragusa, precisamente nella frazione Marina, dove, intorno alle 00:45, avrebbero strappato una collana d’oro dal collo di un minore loro coetaneo, colpendolo con calci, pugni e con un manganello. La vittima avrebbe avvisato il padre che, messosi alla ricerche dei presunti colpevoli e dopo averli individuati, avrebbe reclamato loro la restituzione della collana venendo però anch’egli malmenato con lo stesso manganello.

Di lì a poco, intorno alle ore 01:30, due fratelli di 13 e 16 anni sarebbero stati anch’essi rapinati dei cellulari con la minaccia di un coltello. Un altro episodio è poi avvenuto a avvenuto a Scoglitti, dove tre giovani hanno denunciato ad una pattuglia di Carabinieri di Vittoria, intervenuta a seguito di loro richiesta, di essere stati aggrediti in via Messina da 5 giovani, due dei quali avrebbero strappato la collana d’oro ad uno di essi e picchiati con un manganello e minacciati: «… vedi che esco la pistola!!! …».

Acquisite le immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza, la visione è stata estesa anche ai reparti territorialmente vicini, circostanza che ha consentito ai militari di Grammichele di riconoscere i due indagati.