Giornata della Memoria a Scicli

105

In occasione del Giorno della Memoria, 27 Gennaio, l’associazione Arcigay Ragusa insieme al Patto di Solidarietà Diffusa, con il patrocinio del Comune di Scicli, inaugureranno una panchina arcobaleno.

L’iniziativa si terrà in data venerdì 27 Gennaio, dalle ore 18.30 alle 19.30, presso lo spiazzo adiacente la Chiesa del Carmine, dove sarà svelata la panchina arcobaleno.

Seguiranno gli interventi del Comune di Scicli, Arcigay Ragusa, le associazioni aderenti al Patto di Solidarietà Diffusa e quanti vorranno portare una testimonianza legata a discriminazioni.

Negli anni del fascismo e nazismo, nei campi di concentramento, le persone deportate, ebrei, testimoni di Geova, politici, criminali, asociali, gay, rom, apolidi, venivano distinte per le loro “differenze”, con un triangolo colorato sulla loro uniforme.

Il Giorno della memoria si celebra per commemorare le vittime dell’Olocausto, delle leggi razziali e coloro che hanno messo a rischio la propria vita per proteggere le persone perseguitate.

Gli articoli 1 e 2 della legge 20 luglio 2000 n. 211 definiscono così le finalità e le celebrazioni del Giorno della Memoria:

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.»

Durante questa giornata vogliamo inaugurare la Panchina Arcobaleno, che è un simbolo che dimostra l’impegno della città nel contrastare ogni fonte di discriminazione e intolleranza, per promuovere il rispetto e le diversità.

La cittadinanza è invitata a partecipare.