Vittoria, oggi l’ultimo saluto in Sicilia per Mariam e Sameh Zaouali

1107

Sono partite per Roma e da lì saranno portate in Tunisia le salme di Mariam Sassi e Sameh Zaouali.  Stamani, davanti al Cimitero di Vittoria, è stato organizzato un piccolo momento di preghiera, con rito musulmano, tenuto dall’imam Habib Trabelsi della moschea ‘Ar-Rahman’ di Comiso. Erano presenti  Ibtisem Zaouali (figlia di Mariam e sorella di Sameh), l’assessore ai Servizi sociali e all’Istruzione del Comune di Vittoria, Francesca Corbino, la dirigente dell’istituto Mazzini di Vittoria, Emma Barrera, e la docente di italiano di quello stesso istituto,  Margherita Donzella.  Oumaima Zaouali (l’altra sorella di Ibtisem rimasta gravemente ferita quella terribile notte)  infatti, frequentava il quinto anno di Lingue proprio al Mazzini.

A partecipare, anche tanti amici e amiche della famiglia Zaouali.

Intanto si pensa a come sostenere al meglio Ibtisem, l’unica componente della famiglia rimasta illesa perché quella notte non era a Vittoria ma a Berlino (dove si trovava per l’Erasmus). L’amministrazione e l’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Vittoria la stanno sostenendo logisticamente per trovare un’abitazione per lei e per il padre e la sorella, quando torneranno a casa. Attualmente sono ricoverati a Palermo e Catania. Ricordiamo, inoltre, che è attiva una campagna di raccolta fondi per sostenere la famiglia.

Ibtisem si sarebbe dovuta laureare in Scienze delle Comunicazione questa estate. Speriamo che il tutto sia solo rinviato. Oumaima, invece, si preparava a sostenere gli esami di maturità e voleva laurearsi in Lingue Straniere. Anche in questo caso, l’augurio è che la giovane riesca a realizzare i suoi sogni.

I compagni di classe di Oumaima, intanto, continuano a manifestarle vicinanza andando a trovarla in ospedale ma anche inviandole i propri saluti (con messaggi audio e video) tramite la prof.ssa Donzella o attraverso la sorella Ibtisem.