Latitante rumeno arrestato a Comiso

0

L’insolita presenza di un gruppo di romeni in una zona di Santa Croce, alle undici del mattino, orario in cui sono a lavorare come braccianti agricoli nelle aziende della zona, ha suscitato la curiosità di una pattuglia di polizia del commissariato di Comiso, impegnata in un servizio di controllo del territorio. Durante la verifica dei documenti effettuati con la centrale operativa del Commissariato di Comiso, uno degli uomini che faceva parte del gruppo di romeni, Vasile Aradencei-Daragiu di 47 anni è risultato essere un latitante, sulle cui spalle pendeva un mandato di cattura europeo.
L’uomo è risultato destinatario di un provvedimento da eseguire anche in Italia emesso dall’autorità rumena per la quale doveva scontare cinque anni di carcere per aver commesso nel suo paese un furto aggravato.
Dopo il controllo, il romeno è stato condotto in Commissariato per accertare se ancora il provvedimento fosse da eseguire ed avendone avuto la conferma dalla divisione SIRENE Italia si è proceduto all’arresto e al trasferimento in carcere in attesa dell’eventuale estradizione in Romania. L’arresto eseguito rientra nell’ambito dei controlli disposti dalla Questura di Ragusa nelle zone rurali e periferiche dei comuni del versante ipparino per prevenire e reprimere i furti e le azioni delittuose spesso lamentate dai residenti.  
Ieri mattina infatti gli uomini della squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Comiso stavano effettuando in borghese  alcuni controlli antirapina nella zona di Santa Croce e si sono imbattuti nel gruppetto, di cui faceva parte il latitante romeno.