Due denunce per porto di oggetti atti ad offendere

0

Nel quadro di una intensificazione dei servizi di perlustrazione finalizzati alla prevenzione dei furti in abitazione, i Carabinieri della Stazione di Ispica hanno deferito in stato di libertà 2 individui di Pachino (SR), entrambi ben noti alle Forze dell’ordine, ritenuti responsabili, a vario titolo, di porto di oggetti atti ad offendere, possesso ingiustificato di grimaldelli atti allo scasso, nonché guida senza patente perché mai conseguita. Si tratta di N.G. (classe 1979) e di S.N. (classe 1984).
Dopo essere stati fermati nel pieno centro cittadino ispicese mentre viaggiavano a bordo di una moto ape, i due pachinesi sono stati sottoposti a perquisizione, dapprima personale e successivamente anche a quella veicolare.
Le ricerche hanno avuto esito positivo tanto è che la perquisizione eseguita sul veicolo ha permesso di rinvenire, in loro possesso, un coltello di genere vietato, nonché di vari grimaldelli atti allo scasso debitamente occultati all’interno dell’abitacolo del veicolo, risultato essere di proprietà di S.N.
N.G è stato, altresì, deferito per guida senza patente, mai conseguita, mentre il suo accompagnatore per aver messo in circolazione il mezzo nonostante quest’ultimo fosse privo della prevista copertura assicurativa.
Gli arnesi atti allo scasso, il coltello e il veicolo sono stati posti sotto sequestro.
Nei loro confronti i Carabinieri della Compagnia di Modica, ritenendoli pericolosi dal punto di vista dell’ordine e della sicurezza pubblica, sospettando che stessero per realizzare qualche colpo in danno di private abitazioni o esercizi commerciali di Ispica, hanno avanzato una motivata proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Ispica alla Questura di Ragusa con cui interdire loro un eventuale ritorno ad Ispica e frazioni.