Crocetta a Vittoria: “Lanceremo l’aeroporto di Comiso. Con l’AST”.

0

E’ partito stamattina da Vittoria il ciclo di riunioni straordinarie della Giunta regionale siciliana presieduta dal Governatore Rosario Crocetta. Una scelta dettata, oltre che da ragioni logistiche, anche dal legame che da sempre Crocetta ha con Vittoria di cui è anche cittadino onorario. Prima di incontrare in privato il Sindaco Nicosia e la sua giunta, il Presidente si è confrontato con la stampa e ha dato un annuncio riguardante l’aeroporto di Comiso.

“Tra le delibere che stiamo per approvare ce n’è una finalizzata al decollo definitivo dell’infrastruttura. Daremo mandato all’AST di organizzare dei voli a basso costo che collegheranno la Sicilia col resto dell’Europa e del mondo perché siamo stanchi del monopolio Alitalia. E’ quasi un atto insurrezionale dopo che abbiamo più volte, senza essere ascoltati, posto alla compagnia di bandiera il problema delle tariffe troppo elevate. L’AST è una società che è stata fortemente penalizzata, negli ultimi anni, dal piano dei trasporti regionale perché qualcuno, per favorire gruppi ben precisi, ha affidato ai privati (e con gli incentivi!) le tratte migliori lasciando all’Azienda Siciliana Trasporti solo gli scarti. Adesso noi la vogliamo rilanciare ripartendo proprio dal suo statuto, che le permette l’espletamento del trasporto aereo, e dal piano di trasporti che ha già pronto e che speriamo di poter illustrare entro una settimana.  L’Azienda non comprerà aerei e non assumerà personale ma “affitterà” il tutto e lo proporrà a prezzi vantaggiosi. Sarà un’operazione che permetterà a lei di tornare in attivo e di produrre utili e a noi di rendere più agevoli i collegamenti in provincia anche grazie alla prossima realizzazione del tratto Rosolini – Modica dell’autostrada SR-Gela e all’abbattimento di diverse curve previsto sulla SS 115 in territorio di Comiso”.

L’attenzione è stata poi allargata, più in generale, sulla crisi economica, sul modo in cui far ripartire l’economia in città e sulle aziende da anni al palo. “Al momento dell’insediamento abbiamo trovato una programmazione europea bloccata e pratiche infinite. A dicembre abbiamo sbloccato aiuti alle imprese, ai poveri e la cig. L’ok definitivo per attingere ai fondi europei è arrivato il 5 luglio e negli ultimi 15 giorni abbiamo lavorato ad un piano di interventi per elargire contributi ad agricoltori e artigiani, grazie anche all’inserimento di Vittoria tra le zone franche urbane che permetterà a tutte le aziende che si insedieranno qui di godere per 5 anni dell’esenzione totale di tasse e contributi per i dipendenti e per ulteriori 5 anni di pagare al 50%. Stiamo anche finanziando il patto dei sindaci e rielaborando il piano di utilizzo dei fondi europei. Tutta la spesa andrà certificata e non andrà perso un solo cent. Stiamo attivando misure a sostegno del reddito minimo d’imposta a cui possono accedere anche le imprese agricole ma poco abbiamo potuto fare per la dilazione dei pagamenti alla Serit e sul microcredito perché le nostre proposte sono state bocciate dal Commissario dello Stato. Su questo intendo condurre una battaglia nazionale e nel prossimo incontro con il Premier Letta porrò la questione dell’impignorabilità della prima casa”.

Altro tema cruciale il mercato ortofrutticolo di c.da Fanello, messo al primo posto dal Sindaco Nicosia nella piattaforma rivendicativa da sottoporre all’attenzione della giunta regionale. “E’ un argomento complesso e che approfondiremo come merita – ha dichiarato Crocetta- e siamo qui con l’assessore Cartabellotta perchè abbiamo un grande programma di rilancio per questa struttura. Le risorse per concretizzarlo ci sono già ma il progetto passa, oltre che attraverso la riqualificazione materiale, anche attraverso il cambiamento del modello di gestione che dev’essere, una volta per tutte, improntato alla legalità”.

E poi l’emergenza relativa al lungomare di Scoglitti e, più in generale, al degrado della frazione. Su questo punto Crocetta è stato chiaro e sintetico. Se ci sono progetti esecutivi di riqualificazione pronti, anche solo stralci, si possono già presentare e la Regione si impegnerà a destinare a Scoglitti una parte dei  40 milioni che dovranno essere spesi per la riqualificazione urbana di tutta l’isola.

Infine la vicenda del sequestro e successivo abbandono della piscina Nannino Terranova. Crocetta ha parlato di “un esempio tipico di malgoverno alla Regione. E’ allucinante – ha proseguito – che l’ente vanti dei crediti nei confronti di una cooperativa e sequestri non il bene della cooperativa ma del comune! Su questo argomento già la settimana scorsa mi sono confrontato con il Sindaco Nicosia e ho convocato il commissario incaricato della gestione per risolvere subito questo problema. La città di Vittoria dovrà essere risarcita per il danno subito e per questo all’amministrazione comunale abbiamo chiesto dossier dettagliato su tutta la vicenda”.

Il Presidente non ha, invece, voluto sbilanciarsi e rilasciare dichiarazioni in merito al completamento dell’autoporto e alla perdita di autonomia del liceo scientifico. Nel pomeriggio l’intensa giornata di lavoro iblea è proseguita con riunioni straordinarie nei comuni di Comiso e Ragusa.