Piazza del Popolo teatro di prepotenti, due arresti

2

Appena dopo la mezzanotte una Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria è intervenuta vicino le scalinate del Teatro Comunale e dell’attigua Chiesa Madonna delle Grazie per dare ausilio a due pattuglie della Polizia Municipale in servizio stanziale presso  la Piazza del Popolo.
La presenza assidua e continua della Polizia Municipale, assieme ai frequentissimi passaggi delle Volanti della Polizia resisi necessaria al fine di scongiurare gli episodi di violenza che nell’ultimo periodo, soprattutto in concomitanza del fine settiamana, hanno caratterizzato quel luogo, è stata fondamentale anche ieri sera per evitare conseguenze più gravi.
Non si è riusciti ad evitare l’azione di un paio di prepotenti che ancora una volta con inutile spavalderia e senza alcun motivo hanno aggredito due inermi giovani che trascorrevano in Piazza con gli amici la serata. Ma l’intervento è sato tempestivo e due delinquenti sono stati arrestati.
Le indagini hanno permesso di accertare che il pregiudicato
BOUJILA Anjs, 18enne, nato a Vittoria, inteso “Enzo”, noto per la sua “spavalderia” e per essere avvezzo a comportamenti violenti, intorno alla mezzanotte, senza alcun motivo aggrediva un giovane seduto con altri amici sulle scalinate del Teatro comunale. Questi ultimi intervenivano per sedare la lite ed allontanavano l’energumeno, che non contento, dopo mezz’ora tornava alla carica ed aggrediva un altro ragazzo. In entrambi i casi il violento non era solo ma era spalleggiato da un altro giovane vittoriese. Stavolta immediato era l’intervento delle pattuglie della polizia Municipale che richiedevano l’intervento della Volante del Commissariato.
Gli agenti giunti sul posto isolavano l’aggressore che intanto, aiutato dall’amico, aveva cercato di sottrarsi al controllo dei Vigili e durante queste fasi reagivano violentemente, tanto da procurare alcune lievi contusioni ai due poliziotti.
Per tale motivo BOUJILA e RANDAZZO Giovanni, 19enne pregiudicato, erano condotti in Commissariato e arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Le due vittime dell’aggressione, medicate presso il pronto soccorso, riportavano uno, 19enne, escoriazioni regione lombare ecchimosi zigomo destro, senza giorni di prognosi, l’altro 17enne, policontusioni e cinque giorni di prognosi. Entrambi, ancora, non hanno inteso sporgere querela.
I due aggressori, per come disposto dall’autorità giudiziaria, sono stati condotti presso le loro abitazioni per rimanervi in regime di arresti domiciliari.
BOUJILA, è soggetto già ritenuto socialmente pericoloso e destinatario della misura di prevenzione dell’Avviso Orale irrogato dal Questore di Ragusa e attualmente sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per reati inerenti gli stupefacenti.