Trovato morto un agricoltore di 65 anni. La causa è forse un malore

4

Da ieri sera non avevano notizie del padre, e così stamani i tre figli sono andati a cercarlo nell’azienda agricola di loro proprietà in contrada Dirillo, a confine tra i territori di Acate e Gela. Stamattina la triste scoperta. I figli hanno trovato il padre, senza vita, con il volto riverso a terra su un terremo agricolo di loro proprietà. La vittima è un agricoltore 65enne di Niscemi.  Sul posto immediato l’intervento dei carabinieri della stazione di Acate, del nucleo investigativo dell’arma e del medico legale.

 

Secondo quanto riferito dai figli agli investigatori, in modo alternato si recavano nell’azienda agricola, rimanendo lì anche nelle ore serali, per timore di subire furti di pomodorino. Dunque, secondo sempre quanto spiegato ai carabinieri, i figli, non vedendolo rientrare ieri sera a casa non si sono preoccupati, in quanto era prassi consolidata rimanere in azienda a controllare che tutto fosse in ordine. Il fatto poi che stamani non rispondesse al telefono cellulare, li ha messi in allarme, sino a venirlo a cercare di prima mattina nella loro tenuta.

Secondo una prima valutazione, in base alla rigidità cadaverica riscontrata, il decesso sarebbe avvenuto ieri pomeriggio.

L’ispezione cadaverica, effettuata oggi, ha stabilito che la morte è avvenuta per insufficienza cardio-respiratoria.