Sale giochi e sale scommesse sotto controllo

7

Un po’ di trambusto inevitabile, ma nel complesso è stata accertata la piena regolarità delle sale giochi e sale scommesse presenti a Ragusa. E’ l’esito dei controlli condotti ieri pomeriggio dai carabinieri in quattro sale presenti nel capologo. Innanzitutto è stata accertata l’assenza sia di minori che di sorvegliati speciali o persone colpite dal divieto di ingresso nei luoghi dove si raccolgono scommesse. Inoltre è stato anche constatato che non vi fossero in atto scommesse illegali. Nel complesso sono state identificate trenta persone, tra cui pochissimi pregiudicati. La documentazione e le autorizzazioni esibite sono risultate regolari e anche i terminali “new slot” e “videolottery” erano tutti leciti e non presentavano alcuna manomissione.

Un po’ di parapiglia, appena i carabinieri hanno fatto il loro ingresso,  si è verificato in una delle sale controllate, dove alcuni presenti, che seguivano con attenzione una corsa di cavalli in tv, sono stati distolti per esibire i documenti di identità. C’è stato anche chi ha temuto che i militari potessero avvertire della presenza nella sala scommesse la moglie. Ma anche su questo aspetto, i militari hanno garantito la riservatezza dei controlli.

A consuntivo dell’attività svolta, fanno sapere dalla compagnia di Ragusa, la situazione riscontrata è stata decisamente positiva e non sono state rilevate situazioni d’illegalità. Il servizio sarà presto ripetuto, e mirato anche in quei bar dove sono presenti poche slot machine e magari i controlli da parte degli esercenti potrebbero essere meno rigorosi. Nei controlli di ieri, infatti, i militari hanno verificato  una seria attività di controllo sulla clientela da parte dei responsabili e dei preposti di sala che – hanno assicurato – controllano chiunque faccia ingresso. Anche perché, se così non fosse, il gestore e il preposto di sala rischiano sanzioni per diverse migliaia di euro qualora siano trovati terminali di gioco irregolari o manomessi o di dubbia provenienza e se ci fosse la presenza di minorenni in sala.