Tentano un furto di rame a Giarratana, fermati dalla Polizia

10

Bloccati prima che potessero portare a termine un furto di rame in contrada Donnamarina, in territorio di Giarratana. 4 rumeni sono finiti in manette, ieri sera, ad opera degli uomini del commissariato di polizia di Comiso che erano sulle loro tracce già dal tardo pomeriggio.
20140530_110000
Gli agenti hanno intercettato la Golf che ha raggiunto, appena fuori Comiso, una seconda auto con a bordo altri complici. Gli arresti, per tentato furto, sono scattati per i 25enni Marius Florin Trandafir, domiciliato a Chiaramonte Gulfi con precedenti di polizia per furto aggravato e sottoposto ad obbligo di dimora in questo comune, Nistor Feldrihan, pregiudicato per possesso di arnesi atti allo scasso, in Italia senza fissa dimora ma, di fatto, domiciliato a casa di Trandafir, Ovidiu Sandor, anche lui in Italia senza fissa dimora, e Florinel Dobrica, 39enne, residente a Grammichele e pregiudicato per ricettazione e arnesi atti allo scasso. Quando gli agenti, dopo aver cinturato l’area, hanno fatto scattare l’operazione, Trandafir aveva già sistemato una scaletta in legno e stava iniziando a tranciare i cavi con una cesoia.

Il più anziano dei quattro, a quel punto, ha cercato di fuggire a bordo della Golf ma, correndo sull’asfalto reso viscido dalla pioggia, ha finito la sua corsa schiantandosi contro un muro di recinzione. È stato, quindi, raggiunto dalla seconda vettura, una Renault Espace con a bordo i complici, ma la corsa è durata poco in quanto, poco più avanti, ad un bivio, la polizia aveva predisposto un ulteriore posto di blocco. A bordo dell’auto gli agenti hanno rinvenuto anche un paio di guanti isolanti. Condotti in commissariato e ultimati gli accertamenti , i 4 rumeni sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa e dovranno rispondere di tentato furto aggravato in concorso di cavi elettrici Enel.

Le indagini proseguono per capire se siano loro o meno i responsabili degli numerosi furti commessi nel territorio” altri numerosi furti commessi nel territorio e che hanno lasciato al buio vaste aree abitate, tra cui quella di contrada Mortilla, in territorio di Chiaramonte Gulfi, isolata dal 6 maggio.
Dall’inizio delle attività di contrasto al dilagante fenomeno dei furti di rame sono 12 gli arresti eseguiti dalla polizia di Comiso. Sulla scottante problematica un vertice è stato convocato, proprio questa mattina, in Prefettura.