Sono 45 i migranti morti nella stiva del peschereccio arrivato a Pozzallo

2
Foto: ANSA

Sono 45, e non trenta come inizialmente si era ipotizzato, i morti nel peschereccio rimorchiato a Pozzallo dalla nave Grecale.

Tutti uomini, verosimilmente maggiorenni, e dell’Africa centrale. Questo è il bilancio definitivo dopo il recupero delle salme che si è concluso all’alba. Sull’episodio indaga la polizia, che – com’è noto – ieri ha già individuato gli scafisti.

Le salme sono state portate in una sala frigorifera di Pozzallo, messa a disposizione dalla Protezione civile della Provincia di Ragusa.

Questo il video del Corriere della Sera:

I due medici legali incaricati dalla Procura hanno avviato i rilievi autoptici esterni, e poi eseguiranno le autopsie. Le vittime erano in un peschereccio dove sono state fatte salire 600 persone, più del doppio di quelle che poteva contenere. I migranti sono stati trovati nella sala ghiacciaia, dove sono morti, si ipotizza, per schiacciamento e asfissia.