La nuova banconota da 10 euro: da martedì 23 in circolazione anche a Ragusa

0

Presentata questa mattina al Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa, dal Direttore della filiale della Banca D’Italia, Dr. Mario Coco, la nuova banconota da 10 euro che sarà emessa in circolazione il prossimo 23 settembre e che presenta caratteristiche di sicurezza concepite per mantenere alta la fiducia dei 334 milioni di cittadini dell’area dell’euro.

Le nuove banconote conservano le stesse dimensioni delle precedenti: 127 x 67 mm, sono studiate per essere più resistenti (grazie ad una speciale verniciatura che dà loro una particolare sonorità e consistenza) e sono riconoscibili dai non vedenti (a questo scopo sui margini destro e sinistro, si può percepire una serie di trattini in rilievo) e più difficili da imitare.

La nuova banconota è una risposta ai falsari e alla contraffazione. Anche perché l’Italia è il secondo paese di Eurolandia per banconote false segnalate e anche se nel complesso il taglio da 10 euro è molto meno falsificato rispetto a quelli da 20 e 50 euro, il Belpaese si segnala per un numero piuttosto alto di 10 euro contraffatti.

Da questo punto di vista, è stato riconosciuto all’Arma dei Carabinieri il consolidato interesse nel settore del “falso nummario” attraverso la costituzione, sin dal 1992, del Comando Carabinieri Antifalsificazione Monetaria, di stanza presso la sede centrale della Banca D’Italia a Roma ma che si avvale delle articolazioni Operative su tutto il territorio nazionale.
Lo speciale Comando assolve i compiti di individuazione dei flussi di falsificazione di interesse della criminalità organizzata.

Anche se l’auspicio è che le cose cambino con il nuovo corso delle banconote europee: dopo i cinque euro lanciati a maggio 2013, ecco le nuove 10 euro firmate da Mario Draghi.
Nell’ologramma e nella filigrana campeggia il volto della Europa del mito greco, mentre il “10” in verde è cangiante perché ottenuto con inchiostri magnetici. Una fitta serie di “segnali”, insomma, permette di verificare la genuinità della banconote.