Basket, la sfida della Savio: bambini e ragazzi tutti in campo

18

L’Olimpia Domenico Savio riapre i battenti e, fra gli obiettivi di sempre, mette al primo posto la valorizzazione e la crescita del settore giovanile “in tempo di crisi”.
Infatti, a detta del presidente Enzo Campo, ‘‘oltre ad essere agonismo, tecnica e tattica, la nostra Società rappresenta anche una possibilità di incontro, solidarietà e insegnamento per i più piccoli’’
Una società, la Savio, che dopo alcuni anni di rodaggio, sacrifici ed impegno da parte di dirigenti, collaboratori e volontari, rappresenta oggi una realtà affermata all’interno del basket ibleo. Un basket che, oggi, sembra costituire più un lusso per pochi che un’occasione per molti a causa di costi spesso elevati.
Davanti a ciò, la società oratoriana del presidente Campo, si propone come una valida alternativa per tutti i giovanissimi che vogliono giocare e conoscere lo sport più bello del mondo.
L’esperienza e la professionalità degli allenatori (tutti qualificati dalla Federazione Italiana Pallacanestro), la serietà della presidenza e della dirigenza e un impegno economico che non chiede grossi sacrifici al portafogli in tempi di crisi, costituiscono i punti di forza della Savio.
E’ infatti il contributo di numerosi volontari e la passione che li contraddistingue che consente a questa società di garantire qualità nello sport, richiedendo ai ragazzi una quota associativa più che contenuta.

Naturalmente, oltre al nuovo che avanza, la società del presidente Campo è impegnata con la prima squadra che disputerà anche quest’anno il campionato di Prima Divisone.
I ragazzi di coach Occhipinti, forti della vittoria dello scorso campionato, si candidano a recitare il ruolo di “squadra da battere”, in un torneo che, dal punto di vista tecnico sta stretto alla società oratoriana, forte delle conferme del roster e dell’innesto di importanti giocatori di categorie superiori.