Piccola guida alle nuove regole per i parcheggi a pagamento, a Ragusa

190

Da lunedì prossimo, il 17 novembre, parte il nuovo regime di strisce blu che regolerà la sosta a pagamento sul territorio cittadino.

Le principali novità sono state illustrate in conferenza stampa stamane dal vicesindaco ed assessore alla Polizia Municipale, Massimo Iannucci, il Comandante del Corpo, Giuseppe Puglisi, e il capitano Umberto Ravallesi.
Presenti inoltre i vertici della TMP di Portici, la nuova società che gestirà il servizio per 24 mesi al posto dell’Apcoa, ed il presidente di Ascom Ragusa Salvo Ingallinera.

Obiettivo principale del vicesindaco quello di fare chiarezza sulle questioni che hanno tenuto banco negli ultimi giorni, ovvero il periodo di tolleranza ed i provvedimenti per gli automobilisti che non espongono il ticket o sostano più dei minuti regolarmente pagati. “Il nuovo regime, secondo il bando approvato con delibera di dicembre 2013, prevede dieci minuti di cortesia“, ha spiegato Iannucci: “sia a monte che a tempo scaduto.
Ovvero, il tempo considerato necessario per andare a prendere il ticket e tornare ad esporlo”.

Il vicesindaco ha elencato una serie di importanti novità che si introdurranno nella gestione, a partire dai residenti che potranno sostare all’interno delle zone blu del quadrilatero del centro storico di appartenenza, non più esclusivamente nella strada sotto casa. Relativamente ai residenti, l’Amministrazione ha scelto di concedere il pass per la sosta delle auto a tutti i componenti del nucleo familiare possessori di automobili, se privi di un garage entro un raggio di 400 metri dall’abitazione.

Introdotte inoltre, all’interno degli stalli a pagamento, le possibilità di sosta “rosa” e “verde”, la prima per le donne residenti in stato di gravidanza o con prole di età massima pari a 24 mesi, la seconda riservata ai residenti possessori di auto elettriche o ibride.
Queste categorie potranno quindi usufruire di un pass speciale, su richiesta presso il Comando della Polizia Municipale.

Relativamente ai numeri di stalli a pagamento, se nel centro cittadino sono stati ridotti complessivamente di 80 unità, grande impatto avranno i 400 posti introdotti a Marina di Ragusa, validi per il periodo compreso tra giugno e settembre.
Altro fatto sostanziale, che scatterà dal 17 novembre, la modifica alle multe. In caso assenza ticket, dopo 10 minuti di tolleranza, scatterà infatti la sanzione prevista dal Codice della strada, e quindi di 41 euro, con la possibilità di ridurla, secondo le norme vigenti, del 30% se viene pagata entro cinque giorni dalla contestazione.

Nel caso ticket scaduto, invece, si potranno pagare i minuti di sosta sforati fino al mezzogiorno del giorno dopo, presso l’ufficio di viale Tenente Lena che rimarrà invariato. Se non si rispetterà questo termine, arriverà a casa una multa, elevata sempre seguendo i dettami del codice stradale, di 25 euro, ridotti al 30% sempre se pagati entro i cinque giorni.

“Una scelta che abbiamo preso”, ha spiegato il Comandante Puglisi: “tenendo conto dell’orientamento della giurisprudenza, giocando molto sul canone della ragionevolezza per far fronte all’attuale confusione di norme in materia”.
Per quanto riguarda il rinnovo dei pass, fino a precisa comunicazione della TMP varranno quelli attualmente emessi.

Novità in questo senso la divisione dei compiti tra Polizia Municipale e gestore del servizio. I richiedenti di pass per le zone gialle, destinate ai residenti in centro storico, oltre ai già citati rosa e verdi, dovranno continuare a rivolgersi al Comando di Vigili Urbani, mentre per quanto riguarda le zone blu ed i pass riservati alle categorie protette, come Forze dell’ordine o Istituzioni, si dovranno avanzare le richieste, solamente dopo la già citata comunicazione, presso la sede della TMP di viale Tenente Lena.

Apprezzamento per l’operato dell’Amministrazione è stato espresso dall’Ascom Ragusa, attraverso il presidente Ingallina che ha sottolineato il grande lavoro di concertazione con l’associazione dei commercianti.