“Il 25 ma non solo”? A Ragusa si parla tanto di Pari opportunità, ma non c’è l’assessorato

0

Mentre diverse istituzioni cittadine si sono date appuntamento per sensibilizzare la comunità sulla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, dal Comune di Ragusa non è arrivato nessun momento di commemorazione. Probabilmente nessun componente della Giunta ha ritenuto opportuno arricchire il ventaglio di eventi, non essendo nemmeno presente tra le deleghe assessoriali quella delle Pari opportunità.
“Parteciperemo alla grande manifestazione organizzata in Prefettura – ha commentato l’assessore ai Servizi sociali Salvatore Martorana – accettando l’invito arrivato dalla Consulta femminile che è una istituzione riconosciuta dal nostro Comune. Per quanto riguarda la possibilità di avviare in maniera diretta un qualche tipo di iniziativa – ha concluso – probabilmente sarebbe dovuta partire dall’associazione Nova Vita di Letizia Licitra, alla quale questo ente ha affidato alcuni locali in via Ecce Homo per il Centro antiviolenza comunale. Purtroppo la onlus è ancora in fase di trasloco e quindi per la giornata di oggi non si è potuto organizzare nulla. Si sta però già lavorando attivamente ad un convegno specifico per il 5 dicembre”. “Vista la concomitanza con altri due grandi eventi – ha spiegato il consigliere comunale del Gruppo misto Manuela Nicita, che ha la delega all’Anci nazionale in commissione Pari opportunità – uno in Prefettura e l’altro a cura della CGIL, ci è sembrato comunque ridondante organizzare ulteriori appuntamenti in città”. “Ho fatto più volte presente la gravità della cancellazione a Palazzo dell’Aquila della delega alle Pari opportunità – ha commentato l’altro componente del Gruppo misto in Consiglio comunale, Elisa Marino – un incarico che quando ero assessore ho rivestito in prima persona. Si trattava di un assessorato praticamente senza fondi, ma comunque di una presenza importante, ovviamente non solo per la violenza di genere ma per la difesa delle pari opportunità in ogni sfera della società”.
Conferma l’impossibilità di utilizzare i locali comunali il presidente di Nova vita Letizia Licitra: “Ci sono stati evidenti ritardi, dovuti a lungaggini burocratiche. Siamo un po’ demoralizzati per questo e confidiamo di poter al più presto aprire la struttura alla città. Ovviamente per oggi, non potendo organizzare nulla in sede, non siamo rimasti con le mani in mano. Stasera, appoggiandoci ad una organizzazione culturale cittadina, abbiamo approntato un nostro stand presso la Scuola regionale dello Sport a partire dalle 21. Oltre a coinvolgere i cittadini che arriveranno per fruire di uno spettacolo teatrale a cura di Federica Bisegna, partiremo con una campagna di sensibilizzazione sulla percezione della violenza di genere nel territorio di Ragusa. Partendo da stasera – ha concluso – distribuiremo infatti un questionario sottolineando lo slogan Il 25 ma non solo”.